martedì 24 Novembre 2020
Altre aree

    Gli orari della biblioteca di Bagno a Ripoli: prorogati gli attuali fino al 31 dicembre

    L’accesso alla biblioteca sarà consentito, sempre indossando la mascherina, per un totale di 40 posti fino ad esaurimento in base all’ordine di arrivo

    BAGNO A RIPOLI – Alla luce della perdurante situazione di emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Covid-19 e a fronte delle conseguenti necessità di sanificazione dei locali e di contingentamento degli ingressi, la biblioteca comunale di Bagno a Ripoli estende fino al 31 dicembre 2020 la validità dell’attuale orario di apertura al pubblico.

    Di seguito gli orari giorno per giorno:

    – Lunedì, mercoledì e venerdì: mattina chiusura al pubblico (ma restano operanti i servizi di back office e di prestito su prenotazione, la consegna dei libri prenotati e il prestito su appuntamento); pomeriggio apertura al pubblico con orario 14– 19;

    – Martedì e giovedì: apertura al pubblico negli orari 9–13 e 14– 19 (in modo da garantire le procedure di sanificazione tra la mattina ed il pomeriggio).

    – Sabato: apertura al pubblico con orario 9– 13.

    Nelle fasce di apertura della struttura, sarà inoltre possibile usufruire della sala lettura, utilizzare le postazioni Internet e accedere liberamente agli scaffali (nonché allo sportello TARI, il lunedì pomeriggio).

    L’accesso alla biblioteca sarà consentito, sempre indossando la mascherina, per un totale di 40 posti fino ad esaurimento in base all’ordine di arrivo.

    Per qualsiasi informazione, è possibile contattare la biblioteca comunale ai numeri 055645879-055645881 o scrivendo a [email protected] .

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...