spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 30 Gennaio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Visibili fino al 31 gennaio le splendide opere di Meiko Yokoyama

    Scoprire la poesia della carta attraverso una mostra nel palazzo comunale di Bagno a Ripoli. È possibile fino al 31 gennaio: fino a quella data, nei corridoi della sede municipale di piazza della Vittoria 1, è allestita la mostra La poesia della carta, con opere dell'artista giapponese Meiko Yokoyama.

     

    “Per la realizzazione dei miei quadri – spiega la pittrice – non ho mai usato colori: le linee del viso e le sfumature cromatiche sono date unicamente dall'uso di vari tipi di carta. Infatti questi dipinti sono realizzati con carte colorate, prima strappate e poi incollate fra loro. È una tecnica di "pittura" giapponese che si chiama Cighiri-e e consente di apprezzare al meglio la cultura della carta del nostro Paese. Nei dipinti, la profondità cromatica viene resa grazie alla sovrapposizione di diversi strati di carta colorata".

     

    "Si tratta infatti – prosegue – di un tipo di carta speciale, Tengujyo-shi, fabbricata con la tecnica tradizionale giapponese, ed è la carta più sottile del mondo, arrivando fino a 0,03 millimetri. In Italia viene usata per il restauro di dipinti, per esempio per l'affresco di Michelangelo della Sistina. L'artista apporta la sua idea originale nella tecnica della "pittura" Cighiri-e usando un particolare effetto luminoso: dietro al quadro è posta una luce che illumina la carta giapponese, dando così maggiore calore all'opera. Cambiando la posizione della luce, l'immagine e il concetto del dipinto si trasformano arricchendosi di significato".

     

    "Ho inventato questa tecnica – conclude la Yokoyama – ispirandomi alla tecnica tradizionale giapponese Cighiri-e, sviluppandola e modificandola con strumenti e un'estetica vicini alla cultura occidentale. Sono nate così nuove opere d'arte, che presentano due immagini in contemporanea: una visibile e una invisibile, che fanno da ponte tra Oriente e Occidente".

     

    Orario: lunedì, mercoledì e venerdì ore 8-13.30; martedì e giovedì ore 9-19; sabato ore 9.30-12.30. Informazioni: meimic75@aol.com.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...