spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 11 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Nuova palazzina di ingresso all’ospedale di Ponte a Niccheri: lunedì 11 luglio l’inaugurazione

    "Realizzata dopo uno studio accurato sui percorsi sanitari e secondo tutti i criteri sull'accessibilità. Ospiterà il nuovo Cup, gli ambulatori, un bar ristoro e anche un centro congressuale"

    PONTE A NICCHERI (BAGNO A RIPOLI) – Si inaugura lunedì 11 luglio la nuova palazzina d’ingresso dell’ospedale Santa Maria Annunziata, a Ponte a Niccheri.

    Che “è stata realizzata – dice l’Ausl Toscana Centro – dopo uno studio accurato sui percorsi sanitari e secondo tutti i criteri sull’accessibilità”.

    Ospiterà il nuovo Cup, gli ambulatori, un bar ristoro e anche un centro congressuale.

    L’inaugurazione è prevista per le 12.30, alla presenza del presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, dell’assessore regionale al diritto alla salute Simone Bezzini, del sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini, dei sindaci della zona fiorentina sud est.

    Saranno presenti per l’Azienda Sanitaria: Paolo Morello Marchese (direttore generale Ausl Toscana Centro); Andrea Bassetti (direttore presidio ospedaliero Santa Maria Annunziata); Luca Meucci (direttore Area Manutenzione e Gestione Investimenti Area Firenze); Simone Naldoni (direttore Società della Salute fiorentina sud est).

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...