domenica 29 Novembre 2020
Altre aree

    Nuovi lavori in arrivo per le scuole di Bagno a Ripoli: investimento di 30mila euro

    Utilizzati per aumentare sicurezza, accessibilità e connettività degli edifici scolastici. Il sindaco: “Anche in questa fase le scuole restano la priorità”

    BAGNO A RIPOLI – L’emergenza Covid-19 non ferma gli investimenti sulle scuole di Bagno a Ripoli.

    Ammontano a circa 30mila euro le risorse in arrivo dal Ministero della Pubblica Istruzione che saranno impiegate per realizzare una serie di interventi sui plessi degli Istituti Caponnetto e Mattei.

    È la seconda tranche di finanziamenti intercettati dal Comune nell’ambito dei Fondi PON (Fondi strutturali europei – Programma Operativo Nazionale per la scuola), che si somma agli 80mila euro già usati nei mesi scorsi per la sistemazione degli arredi scolastici e piccoli lavori di adeguamento degli edifici scolastici comunali.

    Le risorse serviranno per realizzare interventi di adeguamento degli ambienti scolastici alle norme di sicurezza anti-Covid. Ulteriori lavorazioni saranno finanziate col fondo per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

    Nello specifico, gli interventi riguarderanno la riqualificazione di due pergolati esistenti nella Scuola Primaria “A.M. Enriquez Agnoletti” a Rimaggio, con la posa di nuove pavimentazioni con doghe in legno al di sotto della struttura.

    Nello stesso plesso, verrà effettuata la ripavimentazione di una porzione di area esterna usata dai bambini, nonché l’abbattimento di alcune piccole barriere architettoniche nell’obiettivo di garantire l’accessibilità degli spazi scoperti a tutti gli studenti.

    Alla scuola primaria “Marconi” di via Lilliano e Meoli sarà risistemato il vialetto nel giardino della scuola e sarà adeguato il relativo cancello di ingresso pedonale, necessario in questo periodo di emergenza sanitaria a consentire gli scaglionamenti degli alunni all’entrata e all’uscita dalla struttura.

    In programma anche la rimozione di alcuni ostacoli all’accessibilità degli spazi. Nella sede di via Tegolaia, invece, sarà posto in opera un nuovo ombreggiante alla pergola nel giardino della scuola e posata una nuova pavimentazione con doghe in legno.

    Altri interventi riguarderanno la scuola dell’infanzia “Bruno Cocchi” di Balatro, dove saranno realizzati lavori per migliorare l’accessibilità della struttura.

    Una parte dell’investimento riguarderà infine il potenziamento della connettività Wi-Fi delle strutture comunali, in particolare le scuole secondarie di primo grado che con l’entrata in zona rossa della Toscana hanno visto il passaggio alla didattica a distanza per la seconda e la terza media.

    Gli interventi di potenziamento della connettività dei plessi scolastici (con l’aumento della disponibilità di banda e la dotazione di nuove sim dati) hanno preso il via già da questa settimana e proseguiranno poi, in una fase successiva, anche nelle scuole primarie e dell’infanzia.

    “Anche e soprattutto in questa fase – dichiara il sindaco Francesco Casini – le scuole restano la nostra priorità. Le risorse impiegate oggi per fronteggiare l’emergenza ci garantiranno di avere scuole sicure e all’avanguardia anche domani, quando finalmente si potrà tornare alla normalità”.

    “Con queste risorse – aggiunge l’assessore alla scuola Francesco Pignotti – aumentiamo l’accessibilità, la sicurezza e la connettività dei nostri edifici scolastici. Si tratta di una serie di interventi mirati, che puntano a rendere le scuole di Bagno a Ripoli sempre più accoglienti e funzionali”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...