spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 13 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Ospedale Aperto”: il 18 novembre il Santa Maria Annunziata si colora di allegria

    Torna l'annuale iniziativa di Clowncare M'Illumino d'Immenso: tutti i dettagli di un pomeriggio speciale

    PONTE A NICCHERI (BAGNO A RIPOLI) – Segnatevi la data, "save the date": domenica 18 novembre torna, al Santa Maria Annunziata di Ponte a Niccheri, "Ospedale Aperto", l'iniziativa organizzata da Clonwncare M'illumino d'Immenso "per scoprire che l'ospedale è come lo conoscete voi ma anche molto di più…".

     

    A partire dalle 14.30 fino alle 18.30 potrete scoprire un ospedale diverso, come non lo avete mai visto. Troverete ad aspettarvi: Pippo Meo con le sue canzoni; il coro delle Liete Dissonanze; la Dottoressa Arancina e il suo teatro; Alessio con il suo laboratorio di giocoleria; Laura e il suo laboratorio con la pasta di pane; il Museo della Scienza con un interessantissimo laboratorio sulle bolle; Gloria Noto e le sue letture animate itineranti. Ed ovviamente i clown di M'Illumino d'Immenso.

     

    Alle 16 presso la sala d'attesa di cardiologia e ortopedia al pianterreno ci sarà la premiazione dei partecipanti al concorso di disegno "Se io incontrassi il drago…" ispirato al libro per bambini "La principessa Fuzzia". Interverrà l'autrice Carlotta Filardi che leggerà dei brani del libro.

     

    Ci sarà inoltre l'esibilizone del coro di voci bianche "Fiori del Melograno" diretto da Laura Bartoli. L'ingresso è, ovviamente, libero.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...