spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 11 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Osteria Nuova: “Vi racconto come un cinghiale è entrato dentro al mio negozio di alimentari”

    Ieri mattina esperienza a dir poco surreale di Lino Bittarelli, nel suo negozio di generi alimentari in piazza: "Ho sentito sbattere forte alla porta, poi quel bestione è... entrato dentro"

    OSTERIA NUOVA (BAGNO A RIPOLI) – “Per fortuna che non c’era nessuno” riflette Lino Bittarelli, proprietario del negozio di generi alimentari in piazza ad Osteria Nuova.

    Che ieri mattina, giovedì 16 dicembre, si è visto entrare improvvisamente in bottega… un cinghiale.

    “Ho sentito sbattere forte la porta – inizia il suo racconto – Saranno state le dieci. Ho pensato che fosse una persona che era inciampata”.

    “Invece – continua Lino – ho visto questo bestione che si è infilato velocemente dietro il banco degli alimentari; poi è andato in fondo al negozio cominciando a girare tra gli scaffali. Temevo mi avrebbe distrutto tutto”.

    “Poi – prosegue – si è diretto verso l’altra porta del negozio, dove ha cominciato a sbattere al vetro senza romperlo e senza riuscire ad aprirla. Per fortuna non è sceso in cantina, altrimenti avrebbe potuto combinare una grande confusione”.

    “C’è stato un momento – sorride –  in cui, dopo la paura, mi era preso il ridere e non sono riuscito neanche a fotografarlo. Poi è tornato indietro ed è uscito da dove era entrato puntando verso l’officina di fronte, dall’altra parte della piazza. E’ entrato anche lì”.

    Una cliente che stava uscendo dal proprio cancello, ci racconta Lino, vedendo la scena è rientrata in casa.

    Sul vetro della porta dalla quale tentava di uscire l’animale ha lasciato delle strisciate di sangue, oltre ad un forte odore.

    “Il cinghiale è arrivato di corsa verso la porta dalla quale è entrato secondo me era impaurito e credo stesse scappando perché era già ferito” ci dice ancora Lino.

    Oggi racconta l’episodio tra il divertito e lo stupito: “Camminava spedito a testa bassa e se ci fosse stata una persona nei due corridoi, larghi poco più di un metro, l’avrebbe fatta cadere – continua ancora – il bello di tutto ciò, invece, è che non ha buttato in terra niente dagli scaffali. Come ha fatto non lo so proprio”.

    L’animale non è stato preso: dopo essere uscito anche dall’officina se ne è scappato nella parte che scende dietro la piazza, lungo i campi.

    L’alimentari di Osteria Nuova: qui è entrato, ieri, un cinghiale

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...