spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 1 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il sindaco Bartolini. “Organizzeremo per loro, insieme al Gazzettino del Chianti, una bella festa”

    ANTELLA (BAGNO A RIPOLI) – Trasuda orgoglio dalle parole del sindaco di Bagno a Ripoli, Luciano Bartolini, quando commenta l'impresa di quattro suoi giovani concittadini, i quattro antellesi che hanno spedito nella stratosfera un pallone-sonda recuperando le incredibili immagini (clicca qui per leggere l'articolo e vedere il video).

     

    "Lo studio – riflette Bartolini – come la tecnica, non deve mai essere fine a se stesso ma , prima o poi, essere capace di produrre effetti materiali ed immateriali capace di dare nuove risposte. Voglio dire grazie ai quattro giovani che da un giardino di Antella hanno lanciato un pallone areostatico con paracadute e bombola di elio. Vedere il video che riprende dall’alto prima l’Antella, poi Firenze ( sullo sfondo della telecamera sempre il giglio rosso in campo bianco), poi il Chianti e via via la terra fino ad una distanza di 32 km è una bella emozione".

     

    Ma non si ferma qui il sindaco, sa benissimo chi sono i ragazzi. Alessio Pampaloni 24 anni laureando in ingegneria aerospaziale all’Università di Pisa; Lorenzo Biffoli, 25 anni perito elettronico, progettista di quadri elettrici; Tommaso Ristori, 25 anni, laureato in matematica; Lorenzo Maddii Fabiani, 25 anni, laureando in fisica.
     

     

    "Ho parlato con Alessio Pampaloni – ci dice – figlio di una valente dipendente del Comune che ho l’onore di amministrare (Rossella Bellini). Mi ha detto: “L’idea di fare qualcosa ci è venuta nell’ autunno scorso navigando in Internet, ci siamo chiesti: perché non facciamo qualcosa di simile? E ci siamo messi al lavoro. E’ stato un bel momento di aggregazione abbiamo superato molti problemi e abbiamo avuto fortuna”".

     

    "E poi – prosegue il sindaco – alla domanda classica, per uno come me che per 30 anni ha fatto il professore di matematica, "Che scuole avete frequentato?”, ho ottenuto questa risposta: "Siamo tutti e quattro nati e vissuti all’Antella, abbiamo iniziato con la scuola dell’infanzia di Balatro, l’elementare Michelet di Antella, la media Redi di Ponte a Niccheri e il liceo Gobetti sempre di Bagno a Ripoli. Non solo ma siamo orgogliosi di essere dei volontari del Circolo Ricreativo e Culturale di Antella”".
     

     

    "Credo – rilancia – che per il gesto e per il suo significato profondo la comunità tutta di Bagno a Ripoli vi debba riconoscere un merito: quello di aver fatto parlare delle capacità, della fantasia, dell’intraprendenza, della competenza di 4 bravi giovani nati, vissuti ed educati in quella provincia italiana spesso sottovalutata dai nostri governanti nazionali, dove sono però nati e cresciuti Leonardo da Vinci, Giotto, Michelangelo, Francesco Granacci!".

     

    "Domani – conclude – porterò in giunta la proposta di organizzare una bella festa popolare per questi giovani in collaborazione con Il Gazzettino del Chianti, che per primo ha lanciato oggi la notizia, e con tutti coloro, enti e istituzioni, che si vogliono unire a noi!".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...