domenica 9 Agosto 2020
Altre aree

    Amministrazione comunale, l’annuncio: “Scuola Redi, ripartito il cantiere”

    "Operai in azione anche sabato e domenica per completare l'intervento di adeguamento e miglioramento sismico dell'ala est"

    BAGNO A RIPOLI – "Scuola Redi, ripartito il cantiere. Da inizio settimana gli operai della ditta Co.Ge.Co Costruzioni e Appalti srl di Frosinone sono in azione alla scuola media inferiore di via di Belmonte a Bagno a Ripoli per completare l’intervento di miglioramento sismico e adeguamento dell’ala est".

     

    Lo scrive in una nota ufficiale l'amministrazione comunale di Bagno a Ripoli. E il tema è di quelli scottanti, viste le polemiche attorno a questa opera.

     

    "E proprio in questi giorni – prosegue la nota –  verranno terminate le demolizioni propedeutiche al rinforzo strutturale dell’ala est".

     

    “Si lavorerà anche nel weekend e durante la settimana di Ferragosto senza interruzioni, come espressamente richiesto dal bando di gara del Comune – spiegano il sindaco Francesco Casini e l’assessore all'edilizia scolastica Francesco Pignotti – per centrare l’obiettivo di restituire la scuola a settembre. Scuola che non sarà solo più sicura sotto il profilo antisismico, ma migliore anche dal punto di vista estetico, energetico e funzionale”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino