spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 5 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Scuola e strade accessibili, alla “Redi” di Bagno a Ripoli arriva il marciapiede didattico

    La struttura, ideata dall'associazione Adra, ripropone gli ostacoli di un percorso cittadino, tra barriere architettoniche e auto parcheggiate sulle strisce, sensibilizzando i ragazzi

    BAGNO A RIPOLI – Mettersi nei panni delle persone con disabilità. Sperimentare sulla propria pelle gli ostacoli che ogni giorno si trovano ad affrontare negli spostamenti lungo le strade cittadine.

    Tra barriere architettoniche e varia inciviltà, dalle auto parcheggiate sulle strisce agli escrementi di cane non raccolti.

    È l’obiettivo del Marciapiede didattico, una struttura modulare in legno che riproduce nel piccolo le difficoltà di un normale percorso cittadino.

    Un progetto ideato dall’associazione Adra per sensibilizzare la cittadinanza sui temi della disabilità, che sta facendo tappa nelle scuole di tutta Italia.

    Lunedì 3 ottobre il Marciapiede didattico approda alla scuola secondaria di primo grado “Francesco Redi” di Ponte a Niccheri.

    Alle 9.30 le classi seconde si cimenteranno nel percorso utilizzando una sedia a rotelle, una benda sugli occhi e un approccio verbale sulle difficoltà di percezione causate dall’autismo.

    All’iniziativa, promossa dalla scuola insieme all’associazione “La Rosa dei venti”, saranno presenti accanto agli alunni e agli insegnanti, la dirigenza scolastica, il sindaco Francesco Casini e gli assessori alla scuola e al sociale, Francesco Pignotti e Eleonora François, la presidente della Rosa dei Venti Valentina Spinelli.

    E i rappresentanti di Adra, che accompagneranno i ragazzi con una psicologa illustrando le finalità del Marciapiede didattico e le modalità di impiego prima della prova pratica.

    Parteciperanno anche le associazioni di volontariato del territorio. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua