spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Aule e auditorium per la Redi: al via la progettazione dell’Università di Firenze

    Il preside Panti non molla e chiede all'ufficio tecnico del Comune di collaborare allo studio

    BAGNO A RIPOLI – Aule e auditorium per la scuola media Francesco Redi, quando arriveranno? Il preside Marco Panti non molla, annuncia che alcuni studenti dell'Università di Firenze progetteranno un intervento per la scuola, ma prima ricorda le parole dell'assessore all'istruzione Massari che al termine del concerto di fine anno scolastico “dichiarò di fronte a tutti i presenti che le necessità di aule e auditorium della Scuola Redi sarebbero state finalmente affrontate, dichiarazioni riprese e confermate poi subito dopo in riunioni private con lei e l’assessore all’urbanistica Frezzi, in cui avevamo analizzato e concordato insieme, linee di intervento concrete e accettabili, e non rinviate a tempi aleatori e lontani”.

     

    A Panti non va giù che il sindaco parli ora di motivi tecnici per rimandare a un giorno da definire gli interventi. “Non ci sono problemi tecnici che l’uomo non possa affrontare e superare con gli strumenti moderni e la volontà. E sarebbe compito delle amministrazioni pubbliche risolvere i problemi posti per rendere migliore la vita della comunità”.

    Continua il dirigente scolastico: “Ma forse il motivo politico, e non tecnico, di tanta ostilità a risolvere i problemi delle necessità strutturali della scuola Redi da parte del Comune di Bagno a Ripoli è stato espresso nei giorni scorsi dall'assessore comunale alla scuola, Massari, lamentando chiaramente il fatto che la Scuola Redi non dovrebbe accogliere gli alunni provenienti dagli altri comuni e che questa sarebbe la soluzione di ogni problema”.

     

    Intanto però, informa il preside, l'istituto comprensivo Caponnetto si è attivato direttamente per suo conto con il dipartimento di architettura dell’Università degli Studi di Firenze per realizzare gratuitamente in questo anno accademico, nell’ambito di un corso di studi un lavoro di ricerca con studenti e professori, condiviso con Scuola Redi-Istituto Caponnetto e suoi utenti, un progetto di intervento edile sulla Scuola Redi.

     

    “Adesso ci servono – spiega Panti – per i ricercatori e studenti universitari da parte dell’ufficio tecnico del Comune di Bagno a Ripoli solo le necessarie documentazioni catastali e planimetriche, per poter far loro avviare la ricerca. Invito pertanto gli uffici comunali preposti, già da diversi giorni sollecitati dallo scrivente e i suoi consulenti alla fornitura dei materiali documentali, a provvedere a quanto richiesto”.

    Conclude il preside: “Insegniamo ai nostri alunni a credere scientificamente nei fatti, non nelle parole e nelle generiche opinioni. Restiamo in attesa dei documenti comunali necessari”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...