spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 8 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Secondo furto in poche settimane. Rincorsi i ladri che sono scappati a piedi nella notte

    ANTELLA (BAGNO A RIPOLI) – Incredibile, impossibile. Ancora un furto, ancora una volta ai danni della Gioielleria Giovannoni.

     

    Il secondo in poche settimane (clicca qui per leggere l'articolo): nei giorni scorsi il terzo furto in pochi mesi nel negozio "Foto Ottica D.L." (clicca qui per leggere l'articolo).

     

    Insomma, un dramma. Sta accadendo qualcosa, all'Antella, che si colloca in maniera oggettiva fuori da ogni normalità: stanotte pare che le mazzate sul vetro della Gioielleria Giovannoni siano iniziate verso le due.

     

    Stavolta però, a differenza del furto precedente, alcuni si sono svegliati e l'allarme è stato dato, con chiamate immediate al 112: tanto che i ladri sono stati addirittura rincorsi dai carabinieri in mezzo al paese.

     

    Vestiti con tute bianche (come quelle da imbianchini) se la sarebbero svignata nella notte dopo un inseguimento di alcuni minuti.

     

    Da quantificare ancora il danno e il valore della refurtiva rubata. Lo spesso vetro installato dopo l'ultimo furto non avrebbe infatti consentito un accesso "agevole" dopo le mazzate.

     

    Titolari logicamente confusi e affranti, questa mattina le forze dell'ordine, insieme al sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini, verranno all'Antella per fare un primo incontro.

     

    Per oggi pomeriggio intanto è annunciata nei prossimi giorni una riunione fra commercianti del paese.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua