mercoledì 28 Ottobre 2020
Altre aree

    Torna la Fiera dell’Antella, ma senza la “fattoria” a cielo aperto e in versione ridotta

    A seguito dell’emergenza sanitaria, la manifestazione si svolgerà in un’unica giornata, lunedì 5 ottobre, con il tradizionale fierone nelle vie del paese

    ANTELLA (BAGNO A RIPOLI) – Torna l’antica Fiera dell’Antella, ma in versione ridotta e senza la “fattoria” a cielo aperto.

    A causa dell’emergenza sanitaria, la manifestazione dedicata alla tradizione agricola e contadina del territorio, si svolgerà in un’unica giornata anziché in tre come di consueto.

    L’appuntamento è per lunedì 5 ottobre con il fierone che solitamente chiude il weekend di iniziative. 

    I banchi degli ambulanti saranno ospitati in gran parte delle vie del paese: per la prima volta compariranno anche nell’area parcheggio che in genere ospitava gli animali da cortile e nel tratto di via Brigate Partigiane al posto dei gazebo dedicati alla filiera corta, in modo da garantire ampiamente il distanziamento tra le diverse postazioni come previsto dalle norme anti-contagio. 

    A tal fine, inoltre, saranno previste due entrate e due punti di uscita per la Fiera. Le presenze e gli accessi saranno regolati dai volontari delle associazioni del territorio per evitare assembramenti. 

    “Non sarà la Fiera dell’Antella a cui siamo abituati – dicono il sindaco Francesco Casini e l’assessora Francesca Cellini – purtroppo non avremo gli animali della fattoria né i laboratori pratici che ogni anno richiamano in tutto il weekend centinaia di bambini e famiglie, gli stand del mercato contadino e le aziende agricole del territorio con i loro prodotti di filiera”.

    “L’emergenza sanitaria – aggiungono – ha imposto di ridimensionare la manifestazione con molte rinunce”.

    Quest’anno niente fattoria a cielo aperto alla Fiera dell’Antella

    “Ma ci sembrava giusto e doveroso – spiegano – mantenere almeno la tradizione del fierone del primo lunedì di ottobre, come segno di fiducia verso il futuro e un segnale nei confronti degli ambulanti che per mesi durante il lockdown hanno dovuto stoppare la loro attività”.

    “Con l’auspicio – concludono -di poter ritrovare la Fiera come la conosciamo il prossimo anno, rinnovata e ampliata con nuove idee e nuove energie”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA 

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...