spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Via Chiantigiana a misura di pedoni”: inaugurata nuova passerella di Grassina

    Dal Comune investimento di 130mila euro per potenziare la sicurezza in un tratto privo finora di marciapiedi

    GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) – “Via Chiantigiana sempre più a misura di pedoni”.

    Lo dice l’amministrazione comunale ripolese dopo l’inaugurazione, avvenuta stamani alla presenza del sindaco Francesco Casini, dell’assessore ai lavori pubblici Francesco Pignotti e dei tecnici comunali, della nuova passerella pedonale collocata lungo il torrente Grassina, nel cuore della frazione.

    Un percorso con finiture in acciaio corten, lungo circa 17 metri e largo 1,60 accessibile anche alle persone con disabilità, che da oggi consentirà ai pedoni di evitare la Sr 222 (Chiantigiana) attraversando il corso d’acqua, in un punto finora sprovvisto di marciapiedi.

    Il 16 giugno scorso la struttura, prefabbricata in stabilimento, era stata installata sulle spallette del ponte grazie a due grandi gru dalla ditta incaricata dei lavori, la Rosi Leopoldo.

    A seguire, il percorso è stato consolidato e pavimentato. Per realizzarlo il Comune ha investito circa 130mila euro. Nelle prossime settimane, saranno completati alcuni lavori di rifinitura.

    “Dopo le passerelle di Bubè e del ponte della rampa, si chiude un nuovo intervento per proteggere la viabilità pedonale in un punto particolarmente critico della Chiantigiana”, hanno commentato il sindaco Casini e l’assessore Pignotti.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...