spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 3 Luglio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Barberino Tavarnelle, il sindaco Baroncelli fa il bilancio del 2020: “Positivo e solido finanziariamente”

    "Grazie alla fusione una risorsa complessiva pari a 5 milioni di euro è piovuta nel bilancio del Comune di Barberino Tavarnelle nelle annualità a cavallo tra il 2019 e il 2020"

    BARBERINO TAVARNELLE – Quello che il sindaco di Barberino Tavarnelle, David Baroncelli, fa all’alba del nuovo anno, è un bilancio complessivo su quello appena trascorso.

    Un anno, il 2020, che non stiamo neanche a definire, ma che per l’amministrazione comunale di Barberino Tavarnelle ha portato “un bilancio positivo, oltre che solido dal punto di vista finanziario”.

    “Un quadro complessivo – si spiega dal palazzo comunale – che fa leva sull’esperienza esemplare a livello regionale della riunificazione dei due enti, le allora amministrazioni di Barberino Val d’Elsa e Tavarnelle fuse in un nuovo comune, della quale la giunta Baroncelli inizia a raccogliere frutti consistenti. Una risorsa complessiva pari a 5 milioni di euro è piovuta nel bilancio del Comune di Barberino Tavarnelle nelle annualità a cavallo tra il 2019 e il 2020”.

    “Sono i contributi statali e regionali assegnati al Comune unico – si ricorda – istituito ufficialmente il 1 gennaio 2019, che l’amministrazione comunale ha destinato alla realizzazione di numerose opere pubbliche, già finanziate, per la riqualificazione di edifici, scuole, strade, cimiteri, spazi pubblici e la manutenzione ordinaria e straordinaria di viabilità comunali, la prevenzione e il contrasto al fenomeno del dissesto idrogeologico”.

    “Ogni impegno politico che intenda lasciare il segno ha bisogno di una visione, di una prospettiva di lungo respiro per realizzare i propri obiettivi e metterli al servizio della collettività – spiega il sindaco David Baroncelli – dall’esito della consultazione referendaria del 2018 che, come sappiamo, ha visto prevalere il sì alla nascita del comune unico abbiamo continuato a lavorare per cambiare il volto del territorio, costruire nuove coscienze e soprattutto un progetto concreto e unitario che potesse rafforzare il senso e il percorso di una comunità che al suo interno aveva già iniziato a mettere da parte, se non confinare nelle tradizioni del passato, quelle logiche di campanile che non avevano più ragione di esistere nella nostra contemporaneità”.

    “Mi riferisco – precisa – alle esperienze e alle collaborazioni nel mondo scolastico, alle sinergie nel settore sportivo e nella dimensione sociale che hanno fatto scuola offrendo un esempio dell’identità plurale che Barberino Tavarnelle avrebbe potuto assumere nel futuro”.

    “Ritengo – sottolinea il primo cittadino – che tale programma, che mira ad incrementare il peso specifico di un’area estesa che comprende Chianti e Valdelsa, possa valorizzare sul piano economico, culturale, turistico la ricchezza del nostro territorio, senza annullarne le specifiche peculiarità, nonchè potenziare gli aspetti e le qualità diversificate del contesto storico, paesaggistico, ambientale che abbiamo il privilegio di amministrare”.

    Quanto agli investimenti che si sono alternati tra il 2019 e il 2020, il Comune ha finanziato la messa in sicurezza e il ripristino delle frane di Poppiano e San Lorenzo a Vigliano, opere che fanno parte di un complesso di interventi che ha previsto anche la messa in sicurezza e la riasfaltatura della strada di emergenza di Molino della Zambra.

    Un capitolo di rilievo è quello dedicato alla manutenzione straordinaria delle viabilità comunali.

    “Sono state al centro di importanti opere di risistemazione e riasfaltatura, accompagnate dalla realizzazione dei sottoservizi – rimarca il sindaco Baroncelli – Strada della Zambra, Strada Liseo, il consolidamento di via delle Stallacce a Vico d’Elsa”.

     

    “Nell’ambito di un progetto che ha mirato alla valorizzazione dei borghi di pregio e  dei centri storici del nostro territorio – prosegue –  è stata compiuta la riqualificazione di via Senese, cuore di San Donato in Poggio e il borgo di Noce, oltre alla realizzazione di un nuovo punto di cottura per il complesso di Bustecca, alla manutenzione delle scuole per l’attuazione degli interventi anticovid e al completamento della nuova scuola dell’infanzia di Marcialla”.

    “Al momento, tra i tanti progetti e obiettivi che costituiscono la nostra programmazione, ci stiamo concentrando sulla progettazione e la realizzazione di interventi consistenti nel settore sportivo – conclude il sindaco – nel dettaglio un milione e mezzo di euro sarà investito nella realizzazione dello spazio motorio della scuola di Bustecca, dotata di una palestra destinata all’attività della ginnastica artistica, nello lo spazio provvisorio in funzione della palestra Luigi Biagi e nella realizzazione dei futuri campi da tennis a Barberino”.

    @RIPRODUZIUONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...