spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 19 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Chianti… fuori stagione. Apre l’InfoPoint nel borgo medievale di San Donato in Poggio

    L'attivazione dell'ufficio informazioni turistiche consente la riapertura dello storico Palazzo Malaspina che torna ad ospitare eventi espositivi dalla metà di novembre

    BARBERINO TAVARNELLE – Il Comune di Barberino Tavarnelle potenzia funzioni e servizi turistici nei centri storici di pregio del territorio del Chianti e della Valdelsa.

    In una delle perle medievali della Toscana, il borgo di San Donato in Poggio, apre i battenti uno dei due Tourist InfoPoint attivati dall’amministrazione comunale di Barberino Tavarnelle.

    Collocato all’interno della prestigiosa sede di Palazzo Malaspina, l’ufficio dedicato all’accoglienza turistica è pronto ad erogare un’ampia gamma di servizi e attività di orientamento e supporto informativo rivolto ai visitatori e ai cittadini che garantiranno la raccolta, la messa a sistema delle peculiarità culturali e turistiche del territorio e la loro diffusione cartacea e digitale, utilizzando piattaforme online, portali dedicati, strumenti e canali social.

    L’attivazione dell’ufficio turistico di San Donato coincide con la ripresa dell’attività culturale e artistica dell’edificio storico, fulcro di piazza Malaspina, che da oltre un anno e mezzo aveva subito uno stop a causa della pandemia.

    Il centro polivalente, ristrutturato alcuni anni da, le cui origini risalgono al quindicesimo secolo, riprende vita con l’allestimento di una mostra d’arte contemporanea che sarà inaugurata tra qualche settimana.

    Il Comune ha affidato per un periodo di tre anni il servizio di accoglienza ed informazione turistica alla Società Co&so la cui attività sarà distribuita in due sedi, dislocate nei centri storici di San Donato in Poggio e Barberino Val d’Elsa.

    “Apriamo l’ufficio turistico di San Donato – dichiara l’assessore alla promozione economica territoriale Tatiana Pistolesi – per poi procedere con quello del Palazzo dei Pellegrini, nel borgo di Barberino Val d’Elsa, previsto intorno a Pasqua, con l’obiettivo di valorizzare e promuovere le eccellenze culturali, artistiche, ambientali, artigianali ed enogastronomiche del nostro territorio, insignito del marchio di qualità turistico ambientale Bandiera Arancione”.

    La volontà della giunta Baroncelli è quella di far leva sui periodi non vocati tradizionalmente all’affluenza turistica.

    “Crediamo importante investire sulla destagionalizzazione del turismo – rimarca il sindaco David Baroncelli – il Chianti è ricco di potenzialità che identificano la nostra tradizione, legata alla cultura rurale, alle risorse paesaggistiche, al patrimonio architettonico, un museo diffuso e a cielo fruibile in ogni momento dell’anno”.

    “Cultura e turismo si prendono a braccetto – rileva l’assessore alla cultura Giacomo Trentanovi – finalmente la rinascita di uno dei palazzi storici più prestigiosi del nostro territorio, un polo di conoscenza che intreccia promozione territoriale ed esplorazione dei linguaggi dell’arte contemporanea con il quale torniamo a ideare e costruire progetti e proposte, ad accogliere eventi di alto profilo artistico, a metà novembre partiremo con una mostra dedicata ad un artista di calibro nazionale residente nel nostro territorio e proseguiremo nel 2022 con una stagione che presenterà iniziative di spessore”.

    L’ufficio sarà gestito dalle operatrici Irene Gonnelli e Maria Sara Cellai, informatrici turistiche esperte in tre lingue, inglese francese e tedesco.

    Tante le attività che l’ufficio turistico svolgerà in termini di accoglienza per agevolare ed orientare il turista nel suo soggiorno e nella sua permanenza nel territorio.

    L’info point erogherà informazioni sull’offerta turistica relativa al Comune e all’Ambito Turistico Chianti di cui l’ente locale cui fa parte.

    Tra i suoi compiti la diffusione di materiale informativo sull’organizzazione dei servizi, sulla disponibilità ricettiva, di ristorazione e sull’offerta di servizi turistici, di itinerari di visita ed escursione nel territorio, sulle attrattive turistiche locali, dell’ambito Chianti e dell’intera regione. 

    “L’ufficio svolgerà anche attività di direct marketing – specifica l’assessore Pistolesi – mediante la predisposizione di un’apposita newsletter rivolta agli stakeholders in merito agli eventi e alle attività che si svolgono sul territorio comunale per incrementare la partecipazione e il coinvolgimento del pubblico”. 

    Orari di apertura: sabato 30 e domenica 31 ottobre con orario 10-13, 16.30-19.30, a novembre venerdì, sabato e domenica 16-19, 1 novembre, lunedì, apertura straordinaria: 10-13.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...