spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 20 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Con la Pro Loco della Sambuca si fa (anche) Bioginnastica: siamo andati a scoprirla…

    Le nostre associazioni sempre più attive e con "contenuti" sempre diversi e innovativi: siamo andati a vedere l'attività che si svolge con Silvia del Carmine, in sala don Bruni

    SAMBUCA (BARBERINO TAVARNELLE) – Varie sono le iniziative che la Pro Loco di Sambuca offre ai propri compaesani. Una tra queste si è tenuta sabato 13 aprile, presso la sala don Bruni.

    Si tratta di una lezione di Bioginnastica, una metodologia di riequilibrio posturale bioenergetico che mira a ritrovare una migliore postura, nonché una centratura psicofisica.

    Siamo andati a vedere con i nostri occhi.

    A guidare le quindici donne partecipanti è stata Silvia del Carmine, laureata in Scienze motorie, massoterapista e praticante dal 2010.

    “Inizialmente l’ho praticata in prima persona e dopo una formazione di tre anni sono diventata istruttrice – ci spiega – La insegno dal 2019, oltre ad altre discipline, ma la Bioginnastica è quella che mi da più soddisfazione”.

    L’attività tende ad un benessere a 360 gradi, sia fisico che emotivo.

    “Il primo passo è l’ascolto e la conoscenza di se stessi e del proprio corpo – commenta l’esperta – Di conseguenza si arriva poi a sciogliere le tensioni, grazie ad una respirazione consapevole e profonda e all’uso di specifiche palline di gommapiuma”.

    Obiettivo principale dell’attività è cambiare il proprio atteggiamento verso il benessere, diventare protagonisti della propria salute ed educare le persone a prendersi cura di sé.

    “Benessere, leggerezza, energia e libertà”: queste sono le parole con cui Silvia del Carmine descriverebbe in breve la Bioginnastica.

    Al termine della lezione, le partecipanti si dichiarano molto soddisfatte.

    “E’ stata un’esperienza innovativa perché non l’avevo mai fatta prima – commenta una di loro – Un momento rilassante, che mi ha dato leggerezza e ha liberato la mente dai pensieri”. “La rifarei volentieri” aggiunge un’altra.

    Un’attività, dunque, che considera la persona nella sua unità e globalità, in cui mente e corpo diventano un tutt’uno.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...