spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 29 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Dante Lirico Game” a Barberino per il 700° anno dalla morte di Dante Alighieri

    Un evento, in prima rappresentazione assoluta, che vuol essere gioco, racconto e spettacolo. Appuntamento lunedì 30 agosto alla Fattoria Pasolini dall'Onda Borghese

    BARBERINO TAVARNELLE – In occasione del 700° anniversario della morte di Dante Alighieri, il Maggio Metropolitano 2021 presenta, lunedì 30 agosto 2021, “Dante Lirico Game”.

    L’evento, in prima rappresentazione assoluta, si svolgerà nella bella location della Fattoria Pasolini dall’Onda Borghese a Barberino Val d’Elsa.

    Gli organizzatori dello spettacolo così lo descrivono: “Dante Lirico Game è uno spettacolo. Dante Lirico Game è un gioco. Dante Lirico Game è un racconto.”.

    “Scrittor di prosa e di poesia, opere, sonetti, poemi di lo bello stilo, tragedie, commedie… Si Commedie… Come? Ma Messeri, Madonne, suvvia, ma non avete mai sentito parlar della Divina Commedia?”

    “Uno spettacolo su Dante, il bambino, il ragazzo, l’uomo, innamorato della vita, della letteratura, dall’amore, della filosofia e del buon governo” – spiegano dal Maggio Metropolitano 2021. 

    “Chi era Dante? E che cosa rappresenta oggi per noi? E quanto è importante per la nostra vita attuale incontrare La Commedia, e poterla usare per comprendere la nostra realtà?”

    “Quattro attori, una cantante, un ensemble orchestrale, un piccolo teatro di legno e poi costumi, musica, libri, balocchi e gingilli medioevali. Ecco “Dante Game”, – proseguono – un gioco serio, come seri sono sempre i giochi che richiedono attenzione e che coinvolgono in maniera attiva gli spettatori, siano essi grandi o piccini”.

    “La colonna sonora dello spettacolo si ispira alla musica del repertorio lirico e sinfonico che, come tutte le grandi creazioni dell’umanità, riesce a svelare l’immensa capacità di evocazione dei sentimenti attraverso le note dei suoi compositori”.

    “Uno spettacolo ironico, ma anche malinconico, che in poco più di un’ora – dicono gli organizzatori – racconterà al pubblico, fra burle, giullari e mecenati, signori e Signorie, diavoli e diavolerie, poeti del Dolce Stil Novo e belle madonne fiorentine, Guelfi e Ghibellini, l’avventurosa vita di uno dei più grandi poeti della storia”.

    “L’uomo che ha contribuito più di ogni altro alla creazione della lingua italiana e all’invenzione di un altro mondo “visivo e incisivo” che è diventato parte fondamentale del nostro comune intendere l’aldilà”.

    “Un visionario, un artista straordinario – concludono dal Maggio Musicale 2021 – che, nel mezzo del cammin di ogni nostra singola vita, è ancora capace, dopo settecento anni, di guidarci alla scoperta, non solo dei suoi incredibili viaggi, in mondi sconosciuti costruiti con le parole, ma anche dentro alle nostre stesse esperienze di vita”.

    Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Evento organizzato nel rispetto delle normative anti covid- 19.
    Prenotazione consigliata presso URP Comune di Barberino Tavarnelle tel. 055.8052324/245 o e-mail : urp@barberinotavarnelle.it

    Commissione della Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.
    Nuovo allestimento del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino in coproduzione con Venti Lucenti. In collaborazione con l’Accademia del Maggio Musicale.
    Prima rappresentazione assoluta

    Regia, scrittura scenica e costumi Manu Lalli
    Maestro concertatore e direttore Guido Roveda
    Scene Daniele Leone
    Attori Gabriele Zini, Angelo Rea, Giorgia Tomasi, Margherita Galli
    Soprano Nadezda Kolesnikova

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...