spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 24 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    David Baroncelli si aggiudica il secondo mandato a Barberino Tavarnelle con un plebiscito: 78,74% dei voti

    Battuto l'avversario, Fabrizio Marilli (Pro Barberino Tavarnelle), che si ferma al 21,26% dei consensi

    BARBERINO TAVARNELLE – C’erano pochi dubbi che David Baroncelli, sindaco uscente di Barberino Tavarnelle, avrebbe bissato il suo mandato con la lista Centrosinistra Barberino Tavarnelle.

    Anzi, si può dire triplicato, perché prima dei cinque anni da sindaco del comune unico di Barberino Tavarnelle, Baroncelli aveva fatto anche cinque anni da sindaco dell’allora comune di Tavarnelle.

    E non c’erano dubbi che lo scarto con il suo avversario, Fabrizio Marilli, candidato sindaco con la lista Pro Barberino Tavarnelle, sarebbe stato importante.

    E così è stato: Baroncelli infatti vince con 4.432 voti, ovvero il 78,74% del totale.

    Marilli si ferma a 1.197 voti, per una percentuale del 21,26%.

    Nel 2019 Baroncelli superò lo sfidante di allora, Mauro Maioli, di Progetto Futuro, con il 71,10% (contro il 28,90% dell’avversario).

    La lista del sindaco Baroncelli, Centrosinistra Barberino Tavarnelle, prenderà 11 consiglieri comunali; quella di Pro Barberino Tavarnelle 5 .

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...