spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 14 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Dipendenti comunali “storici” di Barberino Tavarnelle: Renato Beninati va in pensione

    Responsabile dell'ufficio lavori pubblici, festeggia il suo pensionamento dopo 43 anni di lavoro. Il sindaco: "Perdiamo un dipendente esemplare"

    BARBERINO TAVARNELLE – Un brindisi collettivo per celebrare la festa di pensionamento di Renato Beninati, responsabile dei lavori pubblici del Comune di Barberino Tavarnelle che si prepara a godere l’ambito traguardo dopo 43 anni di onorato servizio.

    Colleghi, ex colleghi e amministratori comunali si sono ritrovati al Caffè degli Amici di Tavarnelle per salutare il dipendente comunale, entrato al servizio del Comune di Tavarnelle nel marzo del 1981.

    Prima all’ufficio edilizia, poi nell’area lavori pubblici e, infine, alla guida di quest’ultimo settore per il Comune di Barberino Tavarnelle, ruolo che già svolgeva per l’amministrazione comunale di Tavarnelle, prima della riunificazione.

    Un grazie commosso è arrivato a Renato dai colleghi che numerosi hanno partecipato al brindisi e dall’amministrazione comunale: presenti il sindaco David Baroncelli, gli assessori Roberto Fontani, Giampiero Galgani e Anna Grassi, il consigliere comunale Francesco Tomei e il presidente del consiglio comunale Alberto Marini.

    “Con Renato Beninati abbiamo condiviso tante meravigliose esperienze amministrative e istituzionali – hanno dichiarato il sindaco David Baroncelli e l’assessore ai lavori pubblici Roberto Fontani – Siamo felici che possa godersi la pensione, dedicarsi alla famiglia e alle sue passioni”:

    “Ma siamo altrettanti consapevoli – hanno rimarcato – che il nostro Comune perde un dipendente esemplare, che ha svolto il suo lavoro con grande impegno, dedizione, professionalità, correttezza e gentilezza nel rapporto con i colleghi, gli amministratori comunali e i cittadini”.

    “Grazie al suo prezioso e puntuale lavoro – hanno detto ancora – il territorio di Barberino Tavarnelle ha migliorato il suo volto urbano e paesaggistico, arricchito dai tanti interventi e dalle grandi opere pubbliche, infrastrutture di ogni genere”.

    “Dai plessi scolastici alle viabilità – hanno concluso – dagli impianti sportivi ai giardini e parchi pubblici. Solo per citarne alcuni che hanno impresso un segno profondo contribuendo alla crescita sociale, culturale, economica, produttiva del nostro comune”.

    Dello stesso pensiero i colleghi che a Renato hanno espresso il loro affetto consegnandogli alcuni doni tra cui un buono viaggio.

    “E’ stato un bravissimo collega – hanno dichiarato – una persona disponibile e competente, gli auguriamo di godersi al meglio la pensione che merita, a cominciare dal viaggio “aperto” che abbiamo scelto di regalargli, sarà lui stesso a scegliere la destinazione”.

    “Buon viaggio caro Renato – hanno concluso – con noi hai trascorso una lunga avventura di lavoro e progetti al servizio e nell’interesse della comunità, da ora in poi ne potrai vivere una ancora più bella”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...