spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 17 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    I “cinghialai” donano oltre 4mila euro alla scuola dell’infanzia di Barberino Val d’Elsa

    Il presidente della Squadra Cinghialai Paolo Giuntini: "La solidarietà è uno strumento fondamentale per rendere la nostra comunità vitale e fiduciosa"

    BARBERINO TAVARNELLE – La rete del volontariato e le azioni solidali della comunità di Barberino Tavarnelle si intensificano a favore del mondo scolastico.

    La squadra dei “cinghialai” di Barberino Val d’Elsa, presieduta da Paolo Giuntini, ha raccolto una somma pari a 4.300 euro da donare alla scuola dell’infanzia La Casa del Sole di Barberino Val d’Elsa rilevando quanto importante sia l’impegno e il contributo che ognuno può offrire per sostenere il proprio paese.

    Ad aver contribuito all’operazione solidale, insieme ai “cinghialai”, le insegnanti della scuola e le famiglie che hanno gestito i primi tre giorni dell’attività di ristorazione della struttura della Pineta il cui incasso è stato devoluto interamente alla scuola e all’obiettivo solidale.

    L’attività dei “cinghialai” di Barberino Val d’Elsa si è concentrata sull’erogazione di tale donazione finalizzata all’acquisto del materiale necessario alla prossima stagione scolastica 2022-2023.

    “Abbiamo cercato di dare una risposta alle esigenze del nostro territorio – dichiara il presidente della squadra Paolo Giuntini – la solidarietà è uno strumento fondamentale per rendere la nostra comunità vitale, dinamica e fiduciosa nel futuro”.

    La “squadra cinghialai” di Barberino Val d’Elsa, nata nel 1978, conta attualmente una sessantina di iscritti.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...