spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    I cipressi, “alberi di Natale” dei commercianti di Barberino, trovano casa al Giardino Sottovico

    Gli operatori economici: "Invitiamo le famiglie ad adottare i cipressi che hanno trovato casa nel bosco delle diverse abilità"

    VICO D’ELSA (BARBERINO TAVARNELLE) – Il cipresso… di Natale diventa un amico per la vita, da amare, rispettare, un albero di cui prendersi cura in un giardino d’eccezione della Val d’Elsa.

    Le 30 piante di cipresso che hanno adornato e illuminato vie e vetrine, medievali e non solo, del Natale barberinese, hanno trovato una nuova casa.

    Davanti ad ogni negozio e attività commerciale di Barberino Val d’Elsa infatti, gli alberi simbolo delle colline fiorentine hanno arricchito lo shopping natalizio creando una cornice piena di atmosfera.

    L’iniziativa è nata da un’idea degli operatori economici di Barberino Val d’Elsa in collaborazione con il Comune.

    La novità è che dai vasi, posti a presidio dei negozi del Castello e di tutto il centro abitato del borgo valdelsano, i cipressi sono strati trasferiti in uno dei loro habitat naturali.

    Sono stati infatti donati al gruppo di volontari dal pollice verde che mantiene e gestisce il patrimonio vegetale dell’orto botanico Giardino Sottovico dove, oltre alle 5mila piante grasse, alcune delle quali di rara provenienza, trovano casa amore per l’ambiente, armonia e creatività a misura di diversamente abile.

    Gli operatori economici e l’amministrazione comunale hanno consegnato gli alberi che sono stati già piantati in una zona boschiva dello spazio di proprietà comunale.

    “Siamo felici di aver dato una nuova opportunità agli alberi e a chi se ne prenderà cura – dichiarano gli operatori economici di Barberino Val d’Elsa – Abbiamo immaginato che ciascuno di questi cipressi potesse rinascere o semplicemente continuare ad elevare la vetta diventando un compagno di giochi, una sorgente di sogni, un alleato nel percorso di crescita dei più piccoli”.

    “Il nostro invito dunque – dicono – è rivolto alle bambine e ai bambini e alle loro famiglie, perché adottino gli alberi e stringano nuove amicizie con la natura per apprezzare sotto nuove forme il paesaggio del nostro territorio. In un momento complesso in cui respirare e comunicare all’aria aperta, vivere mettendo all’opera i nostri sensi ci permette di combattere stress, ansia e isolamento”.

    L’operazione è stata realizzata in collaborazione con gli assessori Tatiana Pistolesi e Roberto Fontani.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...