spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 5 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Il Trovatore”, domani prova generale gratuita per i cittadini di Barberino Tavarnelle

    Collaborazione tra il Comune e il Maggio Metropolitano: pullman in partenza da Tavarnelle, parcheggio di via Togliatti, alle ore 14. Ancora qualche posto disponibile

    BARBERINO TAVARNELLE – Con l’opera lirica “Il Trovatore” Giuseppe Verdi raggiunse la sua maturità artistica.

    È tra i più noti capolavori firmati dal grande compositore, inserito nella trilogia popolare, insieme al Rigoletto e La traviata.

    Rappresentata per la prima volta il 19 gennaio 1853 al Teatro Apollo di Roma, Verdi riuscì a toccare le corde del pubblico come con nessun’altra opera. Il libretto si ispirava al dramma di Antonio Garcia Gutiérrez El Trovador.

    Domani, martedì 27 settembre, grazie alla collaborazione che ormai da anni il Comune di Barberino Tavarnelle porta avanti nell’ambito di un percorso culturale itinerante sul territorio chiantigiano con il Maggio musicale Fiorentino – Maggio metropolitano, sarà possibile provare le stesse emozioni partecipando alla prova aperta de “Il Trovatore” di Giuseppe Verdi, prevista in forma gratuita alle ore 15.30 nella Sala Zubin Mehta del Teatro del Maggio Musicale fiorentino.

    La collaborazione artistica tra l’amministrazione comunale e il Maggio musicale Fiorentino ha permesso di attivare un servizio di trasporto dedicato senza alcun costo per i passeggeri.

    Un pullman è a disposizione dei cittadini di Barberino Tavarnelle, in partenza domani dal parcheggio di viale Togliatti alle ore 14 a Tavarnelle. Il rientro è previsto alle ore 20 circa.

    Ingresso libero, l’autobus ha ancora qualche posto disponibile. È possibile prenotare scrivendo a cultura@barberinotavarnelle.it (0558052337).

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua