spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Inaugurata la nuova biblioteca comunale di Tavarnelle: una grande festa di tutta la comunità

    Tantissimi i giovani presenti. Il sindaco David Baroncelli: "Si è realizzato un importante progetto pensato per la crescita sociale e culturale"

    BARBERINO TAVARNELLE – Sguardi felici ed emozionati, giovani, adulti, cittadine e cittadini di ogni età, pervasi da una sensazione condivisa e trasversale di felicità.

    La sorpresa, la meraviglia, il privilegio verrebbe da dire, di entrare in un nuovo spazio condiviso della cultura ha riunito centinaia di persone in piazza Matteotti, intorno alla rinnovata Biblioteca comunale “Ernesto Balducci”, che sabato 6 aprile ha aperto i battenti nello storico palazzo consiliare di Tavarnelle.

    Con il taglio del nastro ufficiale del sindaco David Baroncelli insieme all’architetto Luigi Ulivieri, agli assessori Roberto Fontani e Giampiero Galgani, le amministrazioni comunali dell’Unione del Chianti fiorentino rappresentate dal sindaco di Greve in Chianti Paolo Sottani e dall’assessora alla cultura di San Casciano Maura Masini e il parroco don Razvan Laurescu.

    Per una grande festa di tutta la comunità di Barberino Tavarnelle.

    All’evento inaugurale hanno infatti partecipato tantissime famiglie e soprattutto numerosi gruppi di giovani, interessati a visitare il nuovo spazio, opera pubblica del valore di 2 milioni di euro, nata da un complesso intervento di ristrutturazione del palazzo consiliare.

    Con la partecipazione massiccia dei cittadini che hanno varcato la soglia dell’edificio per godere della bellezza e del profumo di cultura, si è tenuta la prima uscita pubblica della rinnovata biblioteca comunale “Ernesto Balducci”, che si contraddistingue per un restyling elegante e funzionale il cui tratto contemporaneo si inserisce armoniosamente nel contesto storico.

    “Il nostro investimento, realizzato anche in virtù del percorso di riunificazione delle ex amministrazioni comunali di Barberino Val d’Elsa e Tavarnelle – ha dichiarato il sindaco Baroncelli – ha permesso di realizzare e concentrare l’intero patrimonio da oltre 45mila volumi tra testi, monografie e materiale multimediale, in un nuovo spazio collettivo, luogo di cultura e socialità, dove crescere e condividere con consapevolezza e responsabilità”.

    “Aprire negli spazi ristrutturati del palazzo consiliare la biblioteca “Ernesto “Balducci” – ha commentato orgoglioso il sindaco – significa costruire una colonna portante su cui fondare il dialogo con lo studio e la ricerca, rispondere alle esigenze dei più piccoli e delle loro famiglie, far nascere nuove passioni”. ù

    “Si è realizzato così un altro importantissimo progetto pensato per la crescita sociale e culturale della nostra comunità – ha continuato – i libri sono connettori, mettono in relazione pensieri, persone, parole, i libri sono collettori, stimolano interessi, curiosità, creatività, i libri sono templi di socialità, offrono occasioni di scambio, approfondimento, confronto, sono terreni fertili in cui innestare sogni e desideri a tutte le età”.

    Il progetto, firmato dall’architetto Luigi Ulivieri, ha permesso la rinascita del palazzo costruito negli anni Trenta del secolo scorso.

    La biblioteca comunale accoglie spazi dedicati alle bambine e ai bambini con un baby pit stop e angoli per l’allattamento e il fasciatoio.

    La nuova struttura propone un’estensione dell’orario di apertura al pubblico che prevede 12 ore settimanali in più, un maggior livello di accessibilità e una specifica sezione, una delle più attrezzate e ampie della Toscana, dotata di libri, testi e materiali, segnaletica per la Comunicazione Aumentativa Alternativa.

    Tra le novità anche la presenza di un ambiente “Active floor” per i più piccoli. Un luogo di apprendimento digitale creato tra gli scaffali con l’obiettivo di offrire ai bambini di tutte le età la possibilità di imparare e svilupparsi intellettualmente, fisicamente e socialmente utilizzando tutto il corpo, libri e kit di realtà aumentata.

    Il Comune si è avvalso del cofinanziamento del Cepell e della collaborazione della Regione Toscana e ha avviato le procedure per l’adesione al programma Biblioteche amiche delle bambine, dei bambini e degli adolescenti dell’UNICEF, finalizzato alla promozione della lettura fin dalla nascita e all’accoglienza nelle biblioteche di tutti i bambini con offerte specifiche per ogni fascia di età.

    Con la realizzazione di questo intervento la giunta Baroncelli ha messo in campo un polo culturale dalle molteplici funzioni. L’edificio storico accoglie la nuova biblioteca comunale e vari spazi destinati ad incontri, conferenze, attività socio-culturali, cerimonie e adunanze nella sala consiliare.

    “Una delle frasi più belle – ha concluso il primo cittadino – è stata quella di una mamma che si è avvicinata per dirmi: Sono passata con i bambini dalla biblioteca…la mia bambina ha detto che è bellissima e ha fatto un lungo sospirone, incantata…io mi sono letteralmente emozionata. Grazie!“.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...