spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 17 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La grande classica emoziona nel chiostro dell’abbazia di Passignano: si inizia oggi. Ingresso gratuito

    Una rassegna musicale di altissimo livello diretta da Tiziano Mealli, promossa dal Comune di Barberino Tavarnelle e dall’Associazione Amici della Musica di Tavarnelle

    BADIA A PASSIGNANO (BARBERINO TAVARNELLE) – L’eco della storia si diffonde tra le armonie musicali dei concerti di Badia a Passignano.

    La grande classica torna ad incantare nel prestigioso scenario del Chiostro dell’abbazia benedettina, nel comune di Barberino Tavarnelle.

    Emozioni e spiritualità allungano la vitamillenaria del complesso monastico dove l’arte di Domenico Ghirlandaio, autore del Cenacolo affrescato nella sala del refettorio, si intreccia alla cultura musicale e alla valorizzazione del patrimonio architettonico e ambientale del Chianti.

    Sotto la guida del direttore artistico Tiziano Mealli, prende il via il cartellone di altissimo livello promosso e organizzato dal Comune di Barberino Tavarnelle e dall’Associazione Amici della Musica di Tavarnelle con il patrocinio della Città Metropolitana, in collaborazione con la Misericordia di Tavarnelle e Barberino. 

    # 34° Festival di Pentecoste: il Covid non ferma la bellezza della musica nell’Abbazia di Badia a Passignano

    “Una rassegna di altissimo livello – dichiara il sindaco David Baroncelli – che possiamo realizzare nell’ambito di un percorso di collaborazione con la comunità monastica ed in particolare a Don Lorenzo Russo che ringrazio per l’intenso lavoro di valorizzazione e promozione svolto per il territorio e per il borgo di Badia a Passignano”.

    “L’iniziativa attesta la personalità musicale che connota la nostra estate – aggiunge l’assessore alla cultura Giacomo Trentanovi – una stagione ricca di eventi di qualità da vivere insieme tra le piazze, nei borghi, nelle pievi, nei giardini di Barberino e Tavarnelle con un cartellone unitario realizzato grazie all’impegno e alla vocazione artistica delle tante associazioni attive nel territorio”.

    # Le Notti d’estate: a Barberino Tavarnelle 50 eventi in 20 fra piazze e borghi

    Sono quatto gli eventi, in programma dal 18 luglio al 2 agosto, che emozioneranno il pubblico sulle note di Beethoven, Mozart, Vivaldi, Ravel, Donizetti, Rossini, e tanti altri grandi maestri della storia musica internazionale.

    Foto di gruppo con gli Amici della Musica dentro l’Abbazia a Badia a Passignano

    Il programma si apre oggi, sabato 18 luglio con il violinista Daniele Giorgini e gli Archi dell’Ort, interpreti di alcune delle più belle pagine di Beethoven e Mozart.

    Il secondo appuntamento, previsto venerdì 24 luglio, fa salire sul palcoscenico una coppia nella musica e nella vita, Francesca Dego al violino e Daniele Rustioni al pianoforte (Beethoven, Boccadoro, Ravel, Isay, Tchaikovsky). 

    Sabato 25 luglio i Fiati dell’Ort si esibiranno in Harmoniemusik con un repertorio che spazia da Mozart a Gounod passando per Rossini.

    Ultimo appuntamento è quello di domenica 2 agosto in cui gli Archi di Badia eseguiranno Le quattro stagioni di Vivaldi. 

    Inizio concerti: ore 21.30. Ingresso libero. Prenotazioni: info@amicidellamusicatavarnelle.it.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...