spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 23 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Le ricamatrici di Barberino Tavarnelle ospiti della manifestazione fiorentina “Artigianato e Palazzo”

    Saranno una trentina le merlettaie, tra insegnanti e allieve, che prenderanno parte all'evento che si terrà a metà settembre nel Giardino Corsini di Firenze

    BARBERINO TAVARNELLE – Il punto Tavarnelle sbarca a Firenze e si mostra… in villa.

    Le ricamatrici di Barberino Tavarnelle saranno ospiti della famosa manifestazione fiorentina dedicata all’alto artigianato: “Artigianato e Palazzo – botteghe artigiane e loro committenze”, promossa dall’Associazione Giardino Corsini, di cui è presidente Sabina Corsini, insieme a Neri Torrigiani, ideatore e organizzatore della mostra.

    Alla ventinovesima edizione della prestigiosa iniziativa, in programma il 15, 16 e 17 settembre presso il Giardino Corsini di Firenze le trenta merlettaie di Barberino Tavarnelle disporranno di un loro spazio espositivo dove mostreranno e dimostreranno le lavorazioni a mano.

    Il progetto per la valorizzazione del ricamo punto Tavarnelle, ideato e coordinato dal Comune di Barberino Tavarnelle, ha l’obiettivo di creare un “filo” di continuità con il passato e proporre nuove opportunità per la conservazione e la promozione di un’importante espressione identitaria del patrimonio collettivo, una forma di sapienza artigianale che altrimenti rischia di disperdersi.

    “La partecipazione alla manifestazione fiorentina sarà un’importante occasione di promozione culturale di questo tratto distintivo dell’identità storica della nostra comunità – dichiara il sindaco David Baroncelli – non posso che ringraziare, a nome di tutte le ricamatrici, gli organizzatori Sabina Corsini e Neri Torrigiani, per la prestigiosa ospitalità concessa al Comune di Barberino Tavarnelle”.

    Il gruppo delle ricamatrici di Barberino Tavarnelle, che si è costituito a seguito dell’appello lanciato dal sindaco Baroncelli, si ritrova periodicamente in uno spazio pubblico del territorio, la struttura della Pro Loco di Sambuca, per apprendere, praticare in forma collettiva, come accadeva una volta, e tramandare l’arte del punto su carta.

    Il ricamo ha origini antiche: è nato a Tavarnelle alla fine dell’Ottocento grazie all’impegno di una suora, poi tradotto e cresciuto in una reale attività occupazionale per tante donne, giovani e adulte del secolo scorso. 

    Il progetto di valenza culturale e sociale si propone di far dialogare la passione di chi coltiva questa antichissima arte, ereditata da nonne e zie, e le tante persone che intendono imparare e dedicare il loro tempo, fatto di socialità, artigianalità e sentimenti, all’arte del ricamo punto Tavarnelle.

    Info: www.barberinotavarnelle.net, 3351601893.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...