mercoledì 8 Luglio 2020
Altre aree

    Per la morte della ragazza, sepolta nel cimitero di San Donato, precipitata al Forte Belvedere

    Veronica Locatelli oggi riposa nel cimitero di San Donato in Poggio: la sua famiglia aveva stretti legami con il borgo chiantigiano, e dopo la drammatica morte della ragazza, precipitata dai bastioni del Forte Belvedere di Firenze il 15 luglio del 2008, decise di seppellirla qui.

     

    Di certo però Veronica non può aver trovato pace: serve giustizia, bisogna capire fino in fondo se e in che modo qualcuno quel giorno ha sbagliato. Capirlo oltre ogni ragionevole dubbio come si direbbe in un tribunale americano.

     

    E in un tribunale fiorentino, oggi il pm Concetta Gintoli ha chiesto in una seconda requisitoria la condanna dell'ex sindaco di Firenze Leonardo Domenici più tre persone per la morte di Veronica. Domenici è accusato di omicidio colposo, relativo all'assenza di adeguate misure di sicurezza nel Forte, col direttore cultura del  Comune fiorentino Giuseppe Gherpelli, il perito Ulderigo Frusi e Susanna Bianchi dell'associazione cui il monumento era concesso.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...