domenica 29 Novembre 2020
Altre aree

    Macelleria Parti: a San Donato in Poggio tornano consegna a domicilio e spesa “al volo”

    Oltre alla quotidiana attività di vendita al dettaglio, per andare incontro a chi vuole evitare maggiormente i contatti, si può prenotare e ritirare "al volo". O farsi portare i prodotti a domicilio

    SAN DONATO IN POGGIO (BARBERINO TAVARNELLE) – A causa della situazione sanitaria e viste le ultime disposizioni statali la Macelleria Parti di San Donato in Poggio torna ad offrire nuovamente ai clienti, oltre alla quotidiana attività di vendita al dettaglio, alcuni servizi aggiuntivi.

    “Vi consigliamo caldamente di usufruirne – dicono dal “quartier generale” in via Senese – per la sicurezza di tutti, vostra e degli altri”.

    Vastissima, come sempre, la scelta, in una macelleria che lavora con attenzione, professionalità, creatività: dalle bistecche ai salumi artigianali, dalla polleria ai meravigliosi “pronti da cuocere” (qui trovate tutte le info).

    Fate il vostro ordine con una semplice telefonata, così da poter ritirare la spesa “al volo”, senza fare fila ed aspettare in negozio. Per prenotare si chiama lo 0558072952.

    Sempre chiamando potrete usufruire anche del servizio di consegna a domicilio, ed avrete la vostra spesa direttamente a casa, senza dovervi spostare di un centimetro.

    “Tutto ciò – dicono ancora dalla macelleria – lo facciamo per agevolarvi nell’approvvigionamento e per evitare il più possibile il rischio di diffusione del Coronavirus, aderendo attentamente a tutte le normative imposte dal Governo”.

    “Speriamo che la nostra iniziativa – concludono – sia utile e di vostro gradimento. Siamo sempre a disposizione anche nei momenti più difficili”.

    CONTATTI

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...