domenica 9 Maggio 2021
Altre aree

    Progetto Futuro: “Trasferimento pediatra da Barberino Tavarnelle, famiglie si sentono abbandonate”

    "Nel prossimo consiglio comunale presenteremo una mozione che chieda l'interessamento, l'impegno e l'intervento dell'amministrazione comunale"

    BARBERINO TAVARNELLE – Progetto Futuro, forza politica di opposizione a Barberino Tavarnelle, pone al centro del dibattito la questione-pediatra a Barberino Tavarnelle.

    Una questione che da giorni tiene banco nelle chat, sui social, nei confronti fra genitori.

    In particolare, in seguito al trasferimento di uno dei medici che, sul territorio, si occuvano dei bambini.

    Lo fa, si legge, “dopo aver appreso del trasferimento di uno dei pediatri del nostro comune”.

    E, dopo aver “preso atto del fatto che, senza preavviso, molte famiglie si sono trovate abbandonate”.

    Viene anche asserito che “sul territorio dei tre pediatri rimanenti solo uno ha pochi ed insufficienti posti liberi per poter prendere in carico i bambini rimasti senza pediatra”.

    Progetto Futuro fa quindi sapere di intendere di “fare tutto ciò che è in nostro potere, come gruppo di opposizione, per sollecitare le istituzioni affinché intervengano a loro sostegno”.

    “Per risolvere – dicono ancora – quanto prima questa spiacevole situazione, verificatasi oltretutto in un periodo molto particolare qual è quello di pandemia”.

    “A tale proposito – annunciano in conclusione – presenteremo nel prossimo consiglio comunale una mozione che chieda l’interessamento, l’impegno e l’intervento dell’istituzione più vicina ai cittadini. Ovvero l’amministrazione comunale”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...