spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 5 Marzo 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Spaccata nella notte alla Coop di Tavarnelle: portati via 600 euro, carabinieri al lavoro

    Alle 3.30 di questa mattina una residente della zona ha allertato i carabinieri: divelta la vetrata principale e aperte le cassette di sicurezza

    BARBERINO TAVARNELLE – Spaccata notturna alla Coop di Tavarnelle, lungo la circonvallazione del capoluogo.

    È avvenuta verso le 3. 30 di questa mattina, sabato 2 dicembre.

    Il primo allarme lo ha dato una residente della zona che, allertata da dei rumori sospetti, ha contattato i carabinieri.

    Giungi sul posto, i militari hanno accertato che ignoti, tramite la rottura della vetrata principale del punto vendita, sono entrati al suo interno.

    E dopo aver divelto le cassette di sicurezza contenenti l’incasso del giorno precedente, hanno portato via una somma in contati di circa 600 euro.

    Si presume che i ladri siano fuggiti molto rapidamente, dal momento che qualche contante (di piccolo taglio) è stato lasciato sul luogo del fatto.

    I sistemi di videosorveglianza del supermercato sono in corso di acquisizione.

    I carabinieri di Barberino Tavarnelle sono attualmente al lavoro, per identificare i responsabili del furto.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...