spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Rocca delle Macìe: vino e cinema. Anche Terence Hill alla serata in ricordo di Italo Zingarelli

    Serie di iniziative in ricordo del capostipite della famiglia Zingarelli, produttore cinematografico dei "due Trinità" e grande appassionato di vino

    CASTELLINA IN CHIANTI – Una serata di amarcord. Fra cinema e vino. In ricordo di grandi personaggi che non ci sono più.

    Una serata sotto le stelle e tra le vigne all’insegna del cinema quella vissuta nei giorni scorsi a Rocca delle Macìe, azienda vitivinicola a Castellina in Chianti.

    Serata che ha visto in conversazione numerosi ospiti del mondo del cinema – sia in video che di persona guidati da una brillante Paola Saluzzi – tra cui Terence Hill, Cristiana e Diamante Pedersoli (figlie di Bud Spencer), Andy Luotto, Renato Casaro.

    E in collegamento video Vincenzo Mollica, Francesco Rutelli e Barbara Alberti.

    Tutti riuniti per ricordare Italo Zingarelli, produttore cinematografico e creatore della coppia più amata del recente cinema italiano, Bud Spencer e Terence Hill.

    “La famiglia Zingarelli – si legge in una noat – ha così organizzato a Rocca delle Macìe, una serie di iniziative dedicate al capostipite Italo Zingarelli, innovativo produttore cinematografico che nel dicembre 1970 diede vita allo straordinario “blend” di due grandi ed amatissimi attori – Terence Hill e Bud Spencer – divenuto uno dei più grandi successi del cinema italiano”.

    “Le celebrazioni – proseguono da Rocca delle Macìe – hanno visto quindi la proiezione in anteprima della pellicola originale, restaurata in collaborazione con la cineteca di Bologna, l’inaugurazione ufficiale del Piccolo Museo Italo-Trinità, realizzato con la direzione artistica di Officina Grafica di Firenze, un percorso che ricorda l’appassionata e intensa carriera di Italo Zingarelli”.

    E, dal punto di vista enologico, il lancio di un’edizione Limitata di 1970 Magnum di Chianti Classico, vertice della produzione dell’azienda e che rappresenta il compimento di una storia iniziata 50 anni fa, quando Italo – romano di origine – si innamorò perdutamente delle colline di Castellina in Chianti.

    Info: www.roccadellemacie.com

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...