spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 27 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castelnuovo B.ga: al via i lavori per riqualificare la cinta muraria di San Gusmè

    I lavori contano su risorse proprie del Comune e sul contributo della Regione Toscana

    SAN GUSME’ (CASTELNUOVO BERARDENGA) – Hanno preso il via oggi, lunedì 11 aprile, i lavori per la valorizzazione delle mura storiche di San Gusmè.

    L’intervento prevede un investimento complessivo di circa 226 mila euro e conterà su risorse proprie del Comune e su un contributo in arrivo dalla Regione Toscana pari a circa 59 mila euro, assegnato nell’ambito del Bando Città Murate 2019 per il recupero e la riqualificazione delle cinte murarie.

    L’intervento prevede la riqualificazione del percorso lungo le mura di San Gusmè con l’intero rifacimento della pavimentazione e la sostituzione dell’asfalto deteriorato con materiale più idoneo a valorizzare il contesto architettonico del borgo.

    I lavori comprendono anche la realizzazione del collegamento del parcheggio con il percorso perimetrale della cinta muraria, inserendo una scalinata in cemento armato interamente rivestita in pietra.

    La valorizzazione delle mura sarà completata dal miglioramento del sistema di illuminazione pubblica, sostituendo i lampioni lungo il tratto del camminamento attorno alla cinta muraria di fronte al parcheggio.

    Il progetto prevede anche l’abbattimento delle barriere architettoniche, con particolare attenzione per l’accesso ai bagni pubblici a servizio del parcheggio.

    E la creazione di stalli per persone con ridotte capacità motorie in alcuni punti del perimetro murario, da cui sarà possibile accedere al centro storico senza impedimenti.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...