spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castelnuovo B.ga, il centrodestra si spacca in consiglio comunale: Lorenzo Rosso rimane da solo

    I consiglieri Nicola Ruffoli e Marcello Mazzarella escono per confluire in un nuovo Gruppo Misto: nuova composizione ufficializzata durante l'ultima seduta

    CASTELNUOVO BERARDENGA – L’ultimo consiglio comunale svoltosi nei giorni scorsi a Castelnuovo Berardenga ha ufficializzato anche la rottura del gruppo di centrodestra.

    Con la presa d’atto della nuova strutturazione dei gruppi consiliari, con la costituzione di un nuovo Gruppo Misto composto dai consiglieri Nicola Ruffoli e Marcello Mazzarella, già consiglieri del gruppo Centrodestra per Castelnuovo.

    Gruppo di centrodestra dove rimane quindi solo Lorenzo Rosso, ovvero colui che fu candidato sindaco nel 2019.

    A seguito della nota formale per la costituzione di un nuovo Gruppo Misto – inviata nei giorni scorsi all’Ufficio Protocollo dai consiglieri Nicola Ruffoli e Marcello Mazzarella e indirizzata al presidente del consiglio comunale, Filippo Giannettoni – il consiglio comunale ha preso atto della sua nuova composizione.

    I nuovi gruppi consiliari sono: Scelgo Castelnuovo Berardenga, composto da Antonio Giudilli, capogruppo; Fabrizio Nepi, Fausto Giganti, Filippo Giannettoni, Ilaria Alvini, Silvia Giorgini, Roberto Parrini, Sara Ebrahim e Aleandro Tozzi.

    Centrodestra per Castelnuovo, con Lorenzo Rosso.

    Gruppo Misto, con Nicola Ruffoli, capogruppo, e Marcello Mazzarella.

    Potere al Popolo con Roberto Montanelli.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...