lunedì 10 Agosto 2020
Altre aree

    Castelnuovo Berardenga: fototrappole in azione contro l’abbandono di rifiuti

    Installate da alcuni mesi, hanno permesso di accertare comportamenti incivili e contro il decoro del territorio

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Le fototrappole per contrastare l’abbandono dei rifiuti collocate a Castelnuovo Berardenga si confermano uno strumento di deterrenza a tutela dell’ambiente.

    Installate alcuni mesi fa con 22 postazioni distribuite su tutto il territorio comunale, dopo un periodo di perfezionamento e rodaggio, gli occhi elettronici hanno permesso al Comune di svolgere, con la collaborazione della polizia municipale e degli ispettori ambientali di Sei Toscana, accertamenti che hanno portato all’identificazione di alcune trasgressioni e alle conseguenti sanzioni.

    Con particolare attenzione per l’abbandono indiscriminato di rifiuti ingombranti e di materiale elettronico.

    “Il Comune di Castelnuovo Berardenga – spiega Alessandro Maggi, vicesindaco e assessore all’ambiente – è impegnato da molti anni nella raccolta differenziata e nella crescente sensibilizzazione dei cittadini”.

    “Il conferimento corretto dei rifiuti – rimarca – è importante per garantire la tutela dell’ambiente e il decoro del nostro territorio e a questo si unisce l’aspetto economico”.

    “Vanno considerati infatti – precisa Maggi – anche i costi del conferimento non corretto, che impedisce di aumentare la percentuale di raccolta differenziata e il relativo raggiungimento degli obiettivi fissati dalle normative in materia con ricadute su tutta la comunità”.

    “L’installazione delle fototrappole – aggiunge Maggi – è stata decisa lo scorso anno insieme a Sei Toscana, il soggetto gestore del servizio di raccolta dei rifiuti, per disincentivare comportamenti incivili e irrispettosi verso coloro che conferiscono correttamente i rifiuti”.

    “Lo scopo di questi strumenti e delle relative sanzioni verso chi trasgredisce le regole – argomenta – è proprio quello di educare i cittadini al corretto utilizzo di tutti i sistemi di raccolta differenziata e di far conoscere i servizi a loro disposizione. Continueremo, pertanto, a tenere attive le fototrappole, capaci di registrare anche in orario notturno, e saranno ancora operativi gli ispettori ambientali formati da Sei Toscana”.

    “L’amministrazione comunale – conclude – sta preparando anche un vademecum informativo rivolto a famiglie e utenze non domestiche per illustrare tutti i sistemi di conferimento dei rifiuti e per ricordare le numerose opportunità di raccolta differenziata nel rispetto dell’ambiente e della comunità”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino