spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 30 Gennaio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castelnuovo: il bilancio in equilibrio consente nuovi investimenti di edilizia scolastica

    Il sindaco Nepi: "Grazie alla corretta gestione dei conti, possiamo investire sulle scuole, a partire da Pianella"

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Conti in ordine per il Comune di Castelnuovo Berardenga, che può destinare all’edilizia scolastica le risorse stanziate dal Governo per garantire gli equilibri di bilancio di fronte all’emergenza Covid-19.

    Nel corso del consiglio comunale che si è svolto oggi, sabato 31 luglio, nell’Auditorium di Villa Chigi è stato approvato l’assestamento generale del bilancio di previsione, con relativa verifica degli equilibri di bilancio, e sono stati stanziati circa 35 mila euro per completare la riqualificazione della scuola primaria “G. Rodari” di Pianella, già in corso.

    “L’amministrazione comunale – ha affermato il sindaco Fabrizio Nepi, che ha anche la delega al bilancio – ha saputo mantenere i propri conti in equilibrio, con una corretta gestione economico-finanziario e senza impegnare le risorse dell’avanzo di amministrazione e altri fondi che il Governo ha messo a disposizione come ristori per l’emergenza Covid-19″.

    “Questo – ha proseguito – ci ha permesso di destinare circa 35 mila euro dell’avanzo di amministrazione non vincolato al completamento dei lavori nella scuola primaria di Pianella, dove sono in corso il rifacimento della pavimentazione e delle pareti interne, l’installazione di una nuova caldaia e l’ammodernamento degli impianti elettrici, idraulici e termici, oltre all’adeguamento della struttura alle normative antincendio vigenti”.

    “Grazie alle nuove risorse potremo inserire anche l’illuminazione a led e potenziare l’efficientamento energetico della struttura. I lavori – ha aggiunto Nepi – saranno conclusi per l’inizio dell’anno scolastico e ringrazio gli uffici comunali coinvolti e le ditte che stanno eseguendo i lavori nel pieno rispetto del cronoprogramma”.

    “Nel frattempo – ha concluso il sindaco castelnovino – l’impegno del Comune sul fronte dell’edilizia scolastica va avanti e uno dei primi obiettivi è la possibilità di accedere a fondi destinati alla riqualificazione esterna della scuola primaria ‘G. Rodari’, completando così la sua riqualificazione”.

    L’assestamento generale del bilancio, la verifica degli equilibri e il DUP, Documento unico di programmazione 2022-2024 che detta le linee strategiche di intervento dell’ente, sono stati approvati con il voto favorevole del gruppo consiliare Scelgo Castelnuovo, quello contrario del gruppo Centrodestra per Castelnuovo e del consigliere Nicola Ruffoli (Gruppo misto) e l’astensione del gruppo Potere al Popolo e del consigliere Marcello Mazzarella (Gruppo misto).

    Altri punti all’ordine del giorno. Nel corso del consiglio comunale, inoltre, sono stati approvati la determinazione in materia di imputazione dei crediti Tia ex Sienambiente, con il voto favorevole dei gruppi consiliari Scelgo Castelnuovo, Gruppo misto e Potere al Popolo e l’astensione del gruppo Centrodestra per Castelnuovo.

    Il nuovo regolamento che disciplinerà il funzionamento del consiglio comunale di Castelnuovo Berardenga è stato approvato con il voto favorevole dei gruppi consiliari Scelgo Castelnuovo, Gruppo misto e Potere al Popolo e l’astensione del gruppo Centrodestra per Castelnuovo.

    Infine, è stata respinta la mozione presentata dal gruppo Potere al Popolo sul servizio di mensa scolastica e approvata quella dello stesso gruppo consiliare sull’inquinamento atmosferico nella frazione di Castelnuovo Berardenga Scalo.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...