lunedì 28 Settembre 2020
Altre aree

    Mercoledì 5 agosto “Wine, Food&Music” a Vallepicciola: con la “onemanband” di Alberto Mons

    Nella splendida, nuova cantina nella campagna di Vagliagli (Castelnuovo Berardenga) una serata unica. Fra gastronomia, vini di territorio e un musicista davvero unico

    VAGLIAGLI (CASTELNUOVO BERARDENGA) – Mercoledì 5 agosto super serata a Vallepicciola, la cantina recentemente inaugurata nella splendida e affascinante campagna di Vagliagli, nel comune di Castelnuovo Berardenga.

    Che in questa estate 2020 apre ancor di più le sue porte: con idee, innovazione, tradizione, gusto. E armonia.

    Stavolta per un nuovo appuntamento con “Wine, Food&Music”. Vini, cibo, musica e divertimento per una serata unica. A partire dalle 19.

    Per la parte enogastronomica si va, a dir poco, sul sicuro. Ma anche per quanto riguarda quella musicale… non si scherza.

    Ad esibirsi infatti ci sarà Alberto Mons, chitarrista “fingerstyle”, compositore, cantautore, armonicista, darà ancora più energia alla serata grazie alla sua coinvolgente musica dal vivo.

    Musicista con un bagaglio di importanti esperienze, dai programmi Rai con Carlo Conti, all’Arena di Verona con Gianni Morandi.

    Alberto Mons

    Alberto Mons è un “onemanband” e cioè una “band in un solo uomo”, nel caso specifico voce, armonica blues, percussioni a piede, ma soprattutto chitarra acustica sulla quale ha sviluppato quella tecnica, il fingerpicking che gli permette di eseguire melodia, armonia e ritmo contemporaneamente

    Costo: 20 euro. Prenotazione obbligatoria: 0577 1698718[email protected] – whatsapp 342 0369692. Info: www.vallepicciola.com – pagina Facebook www.facebook.com/vallepicciola.

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino