spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 25 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Potere al Popolo Castelnuovo B.ga: “I lavori alle scuole medie sono un’odissea”

    "All'avvio dei lavori di ristrutturazione il termine era fissato per il 2021. Oggi si certifica l'avvio del quinto anno scolastico nei container..."

    CASTELNUOVO BERARDENGA – “L’odissea delle scuole medie di Castelnuovo Berardenga”.

    Inizia così la riflessione di Roberto Montanelli, consigliere comunale di Potere al Popolo nel comune castelnovino.

    “All’avvio dei lavori di ristrutturazione delle scuole medie “G.Papini” – ricorda – il termine era fissato per il 2021, quindi due anni di cantiere e di attività didattiche nei container”.

    “Poi – prosegue – una modifica al progetto ha fatto slittare la consegna. E, nel febbraio 2022, il sindaco Nepi garantiva in consiglio comunale la conclusione dei lavori nel settembre 2022 e l’inaugurazione nel gennaio 2023″.

    “Questa inaugurazione non è avvenuta nella data indicata – continua ancora Montanelli – e, su nostra pressione, nei mesi successivi la giunta assicurava il termine dei lavori per il mese di luglio 2023”.

    “Ora – puntualizza – il Comune fa sapere che il taglio del nastro è previsto per il mese di novembre 2023, certificando quindi l’avvio del quinto anno scolastico nei container”.

    “Per noi – rimarca il rappresentante di PaP nel consiglio comunale castelnovino – è fondamentale avere una scuola moderna, efficiente dal punto di vista energetico e più sicura; ma crediamo sia anche importante la tutela delle attività didattiche e delle condizioni ambientali in cui si devono svolgere le lezioni, cosa che non è avvenuta in questi ultimi 4 anni”.

    “Crediamo sia anche importante – dice ancora – per rispetto nei confronti della cittadinanza, che questa venga informata sulle motivazioni delle continue proroghe e dei ritardi, per capire in futuro cosa debba essere migliorato per quanto riguarda le opere pubbliche. Se la scelta della ditta, se le condizioni degli appalti, se gli iter burocrati o i controlli”.

    “Per questo – conclude – presenteremo una nuova (ennesima) interrogazione sul tema”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...