spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 3 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    L’artista arriva con il suo variegato sound italiano, orientale e Jamaicano

    CHIANTI SENESE – Si chiude con l’entusiasmo di centinaia di spettatori toscani e stranieri la prima parte del Chianti Festival che ha visto protagonista il Bruscello Storico di Castelnuovo Berardenga.

     

    Dopo gli appuntamenti dedicati al teatro popolare, il cartellone prosegue con una serie di concerti che prenderà il via giovedì 27 giugno, alle 21.30 in località Rientine nel comune di Gaiole in Chianti, con protagonista Frank Raya, musicista che si muove tra vari generi musicali dal reggae al rap, al rock tradizionale, alla discomusic anni ‘80 ‘90 fino ai giorni nostri e che vanta collaborazioni con grandi della musica come Checco Marsella, Gianni Bella, Zucchero, Richard Smith, Kuma Harada, Paul Riordan, Tania Evans, Louisa Attah e tanti altri.

     

    Frank Raya nasce artisticamente suonando il trombone a tiro in una fanfara musicale cittadina. Agli inizi degli anni '70 comincia a suonare con il gruppo "The Darkness", che lo vede impegnato in tournèe in tutta Europa. Torna poi in Italia per un breve periodo, suona per alcuni gruppi rock italiani, quali "I Giganti" di Checco Marsella e successivamente, con Gianni Bella.

     

    Riparte quindi per Londra, dove si unisce a una band di colore, i "Midnight Express", che diventeranno poi "The Immagination". Nel '76 va a conoscere arte e cultura del Medio Oriente e lavora per due anni con una orchestra italiana alla Corte dello Scià di Persia e alla televisione di Stato. Ma la rivoluzione komeinista non ammette musica occidentale e Frank si sposta in Spagna, dove incontra la band raggae del jamaicano Alan Moon.

     

    Dopo aver guadagnato grossi successi nella penisola Iberica, durante una delle tappe della tournèe viene notato da Zucchero, così per tre anni, fino all'88, Frank entra a far parte della band del cantante italiano. Dopo l'incisione di "Rispetto" di Zucchero, Frank vuole provare da solo; Zucchero e Michele Torpedine gli producono l'album "The King of Money", realizzato con sue parole e musica e l’album ottiene un buon successo di pubblico, soprattutto durante il Festivalbar '88, con il brano "Pito Mango" , ballatissimo in tutte le discoteche. Dall'88 al '91 Frank si sposta moltissimo, torna in Sudamerica a continuare la sua ricerca musicale. Torna quindi in Italia a suonare e partecipa a convention musicali a sfondo umanitario e sociale; nel frattempo nascono le canzoni contenute nell'album "Zucchero Amaro", succeduto da un maxi 45 contenente il brano "Sweet Jamaica" e una cover di "Knocking on heaven's door" di Bob Dylan.

     

    L’ingresso al concerto gratuito. Per maggiori informazioni sul Chianti Festival è possibile telefonare ai numeri 0577351340 –1 oppure visitare il sito internet www.chiantifestival.com o la pagina Facebook “Chianti Festival” oppure scrivere all’indirizzo info@chiantifestival.com.

     

    Il Chianti Festival è organizzato dai comuni di Castellina in Chianti; Castelnuovo Berardenga; Gaiole in Chianti e Radda in Chianti con il contributo di Regione Toscana, Provincia di Siena e ChiantiBanca.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...