lunedì 28 Settembre 2020
Altre aree

    Confagricoltura, assegnate le Spighe Verdi 2020: fra i 6 comuni toscani c’è anche Castellina in Chianti

    La Toscana è la regione con più riconoscimenti. Il presidente di Confagricoltura Neri: “Gli agricoltori custodi di territorio e ambiente”

    CASTELLINA IN CHIANTI – La Toscana vince in sostenibilità: è la regione che in Italia si aggiudica più “Spighe Verdi”, il riconoscimento che ogni anno viene assegnato ai Comuni rurali virtuosi da FEE Italia (Foundation for Environmental Education) e Confagricoltura.

    I nomi delle 46 località premiate sono stati annunciati questa mattina durante una conferenza telematica con i sindaci vincitori.

    In Toscana sale sul gradino più alto del podio (a pari merito con le Marche) con sei località: Castellina in Chianti, Massa Marittima, Castiglione della Pescaia, Castagneto Carducci, Fiesole e Bibbona.

    Un’agricoltura sostenibile, capace di valorizzare il territorio, rispettosa dell’ambiente e della qualità della vita e capace di innovazione, il corretto uso del suolo, la presenza di produzioni agricole tipiche sono alcuni dei requisiti che i comuni rurali devono avere per aggiudicarsi il riconoscimento, equivalente delle “Bandiera Blu” per le località turistiche balneari.

    “E’ un risultato straordinario che ci rende orgogliosi: la Toscana si conferma terra sostenibile e virtuosa” afferma Marco Neri, presidente di Confagricoltura Toscana.

    “La nostra regione – prosegue Neri – può vantare oltre a un patrimonio artistico e culturale anche un prezioso patrimonio rurale, non meno identitario: a tutelarlo sono gli agricoltori, veri e propri creatori e custodi del paesaggio toscano”.

    “Attraverso il loro lavoro – aggiunge – curano e presidiano il territorio, contribuendo a gestirlo in maniera sostenibile nel rispetto dell’ambiente e delle tradizioni, a promuoverlo e a valorizzarlo.”

    “Spighe Verdi” è un programma pensato per guidare i Comuni rurali a scegliere strategie di gestione del territorio in un percorso virtuoso che giovi all’ambiente e alla qualità della vita dell’intera comunità.

    Uno strumento di valorizzazione del patrimonio rurale, ricco di risorse naturali e culturali, anche in un’ottica di occupazione.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino