spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 10 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Conferenza a Casa Chianti Classico, nel convento di Santa Maria al Prato. Con il professor Italo Moretti

    RADDA IN CHIANTI – Il concetto di Chianti, si sa, è da tempo molto, molto dibattuto. Tirato spesso come una coperta che lascia scoperta qualche parte del corpo, il Chianti è un "brand", un "marchio" che va ben oltre il concetto territoriale.

     

    Se ne parlerà diffusamente, e con grande competenza, venerdì 19 giugno a partire dalle 18 a Casa Chianti Classico, nel Convento di Santa Maria sul Prato, a Radda in Chianti.

     

    Dove il Consorzio Vino Chianti Classico e la Fondazione per la Tutela del Territorio del Chianti Classico, con la presidente Tessa Capponi Borawska, hanno organizzato una conferenza dal titolo "L'evoluzione del concetto di Chianti".

     

    Con il contributo del Ministero per le Politiche Agricole e Forestali, il patrocinio di Italia Expo Milano 2015 e del Comune di Radda in Chianti, è inserita nell'ambito del ciclo "Incontri al Convento – Il Chianti, vocazioni di un territorio", e vedrà la partecipazione del professor Italo Moretti.

     

    Per informazioni e prenotazioni, mele@chianticlassico.com, 3208007959.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua