spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 4 Giugno 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Insieme per Gaiole: “Riaprire Gaiole in Chianti? Una mossa azzardata”

    L'opposizione critica la proposta del sindaco Pescini: "Pensi a fornire servizi ai cittadini nella quotidianità"

    GAIOLE IN CHIANTI – Raccoglie critiche anche da parte del gruppo consiliare di opposizione (Insieme per Gaiole, in foto il capogruppo Lorenzo Ruffoli) la proposta del sindaco Michele Pescini di fare di Gaiole in Chianti una sorta di "mini laboratorio" per la Fase 2 di riapertura dopo il lockdown.

     

    Una proposta avanzata in una lettera aperta (firmata anche da altre personalità gaiolesi) e inviata al presidente del consiglio Giuseppe Conte.

     

     

    "Siamo stati invitati – esordiscono – a firmare la lettera sulla riapertura del Comune inviata a Conte dal sindaco di Gaiole, ma dopo esserci consultati abbiamo deciso di non firmarla".

     

    "Riaprire adesso – prosegue la riflessione di Insieme per Gaiole – potrebbe essere una priorità, ma visto l’evolversi dell’espansione del virus e il numero ancora elevato di contagiati, la riteniamo una mossa azzardata, dovremo stare ai suggerimenti provenienti da infettivologi e virologi".

     

    "In questo momento – proseguono – non ci sentiamo di appoggiare tale richiesta perché riteniamo che non ci siano le condizioni di sicurezza per dare la disponibilità ad una riapertura delle attività in genere, inoltre si porrebbe anche il tema dei rapporti con i comuni confinanti, che seguono il Dpcm attualmente in vigore".

     

    "Quindi – affermano – aprire solo Gaiole e limitare l’ingresso di altre persone all'interno del comune non è certo una sicurezza che ci possa far stare tranquilli. Il fatto di non aver nessun positivo ci rallegra e ci dà speranza, ma chi ci assicura che non ci siano asintomatici tra i cittadini?".

     

    "Anche se quanto riportato nella lettera corrisponde alle eccellenze del nostro comune – concludono – noi saremo ancora molto cauti nel rispetto delle normative nazionali e regionali. Inoltre pensiamo che il sindaco dovrebbe innanzitutto adoperarsi nel prestare servizi e agevolazioni ai cittadini e alle famiglie nelle loro esigenze quotidiane".

    di REDAZIONE

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...