spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 7 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Al Museo del paesaggio di Castelnuovo, fino a sabato 26 ottobre, la mostra Cromofonie

    CASTELNUOVO BERARDENGA –  Si è aperta martedì 22 ottobre la mostra multimediale Cromofonie, in programma fino a sabato 27 ottobre presso il Museo del Paesaggio di Castelnuovo Berardenga.

     

    La mostra raccoglie le testimonianze e i disegni dei bambini elaborati nel corso dell’attività della biblioteca di un campo profughi palestinese in Libano. Si tratta di un progetto narrativo tra disegni, cinema e letteratura che racconta una delle peggiori realtà in cui, da 65 anni, vivono i Palestinesi che affollano i campi del Libano.

     

    La mostra, allestita da Simonetta Lambertini, è organizzata da ULAIA – Arte Sud onlus, l’associazione che collabora permanentemente con l’Ong palestinese Beit Atfal Assumoud e con l’associazione di volontariato Al Houla.

     

    Sabato 26 ottobre, alle 18, nei locali del Museo si terrà un aperitivo offerto dall'Associazione “Rondine Cittadella della Pace”, con degustazione del vino della “Vigna della Pace”, cui seguirà, alle ore 21.15 all’Auditorium di Villa Chigi la proiezione del docufilm di Mustafa Barghouti “Our Story”, sottotitolato in italiano.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...