spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Fino a domenica tanti gli eventi (promossi dalla Pro Loco): ricavato alla Misericordia

    RADDA IN CHIANTI –  Radda in Chianti dà il benvenuto all’estate con un week-end musicale per tutti i gusti. Da ieri, giovedì 27, a domenica 30 giugno, sono ben cinque gli appuntamenti dedicati alla musica che inonderanno di dolci note le colline chiantigiane.

     

    Dopo il successo dello scorso anno torna infatti “Radda in Musica”, evento promosso dalla Pro Loco raddese con il patrocinio del Comune, che vede quattro giorni a ritmo di musica leggera, cori gospel e musica classica, per accontentare tutte le orecchie.

     

    Si è partiti ieri in piazza Ferrucci con il concerto per pianoforte a quattro mani “88 tasti, da Bach…a Tom&Jerry” con il duo Passerotti/Dei.

     

    Venerdì 28 giugno l’appuntamento è con il coro gospel diretto dal Maestro Gianni Mini “The pilgrims gospel choir” (in foto durante l'esibizione dello scorso anno), sempre in piazza Ferrucci alle 21.30.

     

    Sabato 29 giugno PDM in concerto “Passo d’uomo” con musiche di De Gregori, Dalla e Fossati. Special guests della serata “Super Pippo” Gabellini chitarre e Gino Dei al pianoforte (piazza Ferrucci 21.30).

     

    Domenica 30 giugno doppio appuntamento con l’esibizione della Corale San Niccolò di Radda in Chianti alle 18 al Castello di Volpaia, direttore Maestro Daniele Gori. A seguire la rappresentazione teatrale “Le pillole di Ercole” tratta dall’opera di Hennequin-Bilhaud, a cura del gruppo teatrale “Vasari In/Ex” di Figline Valdarno, regia a cura della professoressa Paola Brembilla.

     

    Il ricavato dell’intera manifestazione sarà devoluto alla Confraternita di Misericordia di Radda in Chianti. Per informazioni è possibile contattare la Pro Loco allo 0577 738494.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...