spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 26 Novembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    L’iniziativa si colloca nell’ambito di quella del WWF “L’Ora della Terra”

    Sabato 23 marzo dalle 20.30 alle 21.30 la Rocca medievale di Castellina in Chianti resterà spenta. Si tratta di un gesto simbolico a cui parteciperanno anche l’amministrazione provinciale di Siena e tanti altri comuni e cittadini toscani a sostegno di "Earth hour 2013", l’Ora della terra, l'iniziativa promossa dal WWF per sensibilizzare e sostenere le buone pratiche in tema di risparmio energetico e tutela ambientale e che ogni anno vedo il mondo spegnersi per un'ora: monumenti, case, uffici, città restano al buio per testimoniare l'impegno di cittadini, governi e organizzazioni nella lotta al cambiamento.
     

    L'Ora della Terra è il movimento globale WWF nato per dimostrare che l'impegno e la passione di ognuno può far nascere un grande cambiamento nel mondo. È un gesto continuo che porta ad azioni reali, grandi e piccole, che stanno cambiando il Pianeta. Alla sua sesta edizione, nel 2012, le città coinvolte sono state più di 7mila in 152 paesi del mondo, oltre 2 miliardi di partecipanti, 154 imprese coinvolte e piu’ di 4.64 milioni di visualizzazioni sul canale www.youtube/earthhour. In Italia hanno partecipato 400 città. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito internet www.wwf.it.
     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...









    I Cammini dell'Acqua