spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sulle colline fra Gaiole e Radda, la Pieve di Spaltenna, il borgo di Vertine…

    CHIANTI SENESE – Domenica 22 settembre "Il Chianti Snese fra Gaiole e Radda: la Pieve di Spaltenna, il borgo di Vertine": è lo splendido itinerario tra vigneti, boschi e tesori medievali scelto da Le Vie del Chianti.

     

    L'itinerario porta sulle colline tra Gaiole e  Radda, per scoprire altri tesori di questa terra unica dove la bellezza è ovunque.. è nei boschi, nei panorami, nei borghi e nelle pievi; invita ogni passo a rallentare la quotidiana corsa!

     

    Dall'abitato di Gaiole in Chianti si procederà verso la bella pieve romanica di Spaltenna per poi raggiungere dopo pochi chilometri  un angolo di Medioevo ancora miracolosamente intatto: il borgo di Vertine, uno degli esempi meglio conservati di “terra murata”.

     

    Il percorso procede quindi lungo un sentiero nel bosco fino allo scenografico complesso di San Donato in Perano, in origine castello medievale trasformato nel corso del '600 in villa signorile, circondata oggi da splendidi vigneti.

     

    L'anello si chiude piacevolmente in discesa, lungo una strada bianca che volge verso sud, con un panorama suggestivo ad accompagnare il cammino fino al rientro a Gaiole.

     

    Ritrovo: ore 8.30 presso la piscina di San Casciano. Durata escursione: intera giornata. Trasferimento: mezzi propri. Lunghezza: 12 km. Difficoltà: media. Impegno: medio. Occorrente: pranzo al sacco, acqua, scarponcino da trekking   e pantalone lungo (obbligatori). Quota di partecipazione: 10 euro per persona.

     

    Info e prenotazioni: Eleonora 392 0579570 – Sarah 328 9043252 – Samuele 338 4611098  – leviedelchianti@gmail.com www.leviedelchianti.it.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...