spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 25 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Consorzio Chianti Classico: (anche) al Vinitaly la festa per i 100 anni. In visita la presidente del Consiglio Meloni

    Ieri grande giornata di lavoro e di celebrazioni al padiglione del Gallo Nero: presente anche la vicepresidente regionale Stefania Saccardi

    VERONA – Giornata di lavoro e di festeggiamenti quella di ieri, lunedì 15 aprile, nel padiglione 9 (quello della Toscana) negli spazi del Consorzio Vino Chianti Classico, al Vinitaly di Verona.

    Dopo la chiusura degli stand, infatti, si è tenuta una piccola festa in fiera per celebrare i 100 anni dall’istituzione del Consorzio stesso (solo una tappa all’interno dei festeggiamenti previsti per questo 2024).

    In precedenza, fra i tanti ospiti passati dallo stand consortile, anche la visita della presidente del Consiglio dei ministri, Giorgia Meloni.

    Presente ieri anche la vicepresidente della Regione Toscana (con deleghe all’agricoltura) Stefania Saccardi.

    Tanti anche i riconoscimenti tributati al Consorzio di tutela del Gallo Nero: in apertura di Vinitaly, il premio per i cento anni di eccellenza (ne abbiamo parlato qui, sul nostro webmagazine WeChianti).

    Oggi, martedì 16 aprile, il presidente Giovanni Manetti ha ritirato il Premio Istituzioni Made in Italy 2024 da parte di Forbes Italia.

    “Questo premio celebra – commentano dal Consorzio Chianti Classico – celebra non solo il nostro primo secolo di vita,  ma anche il nostro impegno costante nel rappresentare la tradizione e nel diffondere la nostra eccellenza nel mondo”.

    “È un tributo alla nostra dedizione alla terra e alla nostra continua ricerca di qualità – concludono – Grazie a tutti coloro che hanno contribuito a questo straordinario percorso”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...