domenica 9 Maggio 2021
Altre aree

    Donne Democratiche del Chianti: al via da oggi una serie di iniziative online (il venerdì sera)

    Si inizia stasera, venerdì 9 aprile, con l'onorevole Susanna Cenni: si parlerà di donne nel lavoro e nell'imprenditoria in agricoltura. Poi altre tre serate (il programma)

    CHIANTI – “Abbiamo pensato ad una serie di incontri, nel mese di aprile e maggio, per affrontare tematiche importanti per le donne e non solo”.

    Lo annunciano le Donne Democratiche del Chianti, insieme al Pd Chianti e alle Donne Democratiche metropolitane.

    “Iniziamo oggi – annunciano – venerdì 9 aprile, con l’onorevole Susanna Cenni, chiamata di recente dal segretario Enrico Letta nella segreteria nazionale del Partito democratico”.

    “Con lei – proseguono – parleremo di donne nel lavoro e nell’imprenditoria in agricoltura, tema che necessita approfondimento proprio per la particolarità del nostro territorio e per il delicato momento che stiamo vivendo”.

    I successivi incontri saranno i seguenti.

    • 23 aprile: con la senatrice Caterina Biti, per un confronto sulla parità di genere e diritto allo sport.
    • 7 maggio: con la senatrice Simona Malpezzi, neo capogruppo del Partito democratico al Senato, per discutere sulle politiche di genere nella legge di bilancio e nel Recovery Plan.
    • 21 maggio: conm Simona Bonafè, segretaria del Pd Toscana ed europarlamentare e Valentina Cuppi, presidente del Pd.

    Tutti gli incontri iniziano alle 21.15 e la diretta sarà trasmessa sulla pagina Facebook del Pd Chianti e sulla pagina Facebook Donne Democratiche metropolitane.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...