spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 4 Dicembre 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sugherificio Molinas azienda capofila nella gestione forestale responsabile e sostenibile

    Esploriamo più da vicino questo affascinante ecosistema dialogando con Andrea Martinez, il Dottore Agronomo che segue da vicino questa realtà

    La foresta è il primo reparto di un sugherificio: lo sa bene Sugherificio Molinas, azienda sarda esportatrice del Made in Italy all’interno del settore del sughero per l’enologia – che da solo gestisce più di 8000 ettari di foresta situati tra la Sardegna e la Toscana.

    Abbiamo voluto esplorare più da vicino questo affascinante ecosistema dialogando con Andrea Martinez, il Dottore Agronomo che segue da vicino questa realtà.

    “L’importanza delle sugherete come ecosistema è testimoniata dal fatto che esse sono la perfetta rappresentazione della biodiversità, sia animale che vegetale: costituiscono, infatti, un habitat caratteristico ed unico nel suo insieme, sinonimo di quella tipicità espressa dal punto di vista ambientale nel territorio sardo”, commenta Martinez sull’importanza che hanno le sugherete.

    Proprio per questa importanza è necessario proteggere e tutelare questo prezioso patrimonio ambientale, anche grazie all’aiuto di decine di operai impegnati in delicati lavori di manutenzione tanto delle sughere quanto del sottobosco.

    Gestire le foreste, però, è un compito arduo e non esente da criticità. “Bisogna considerare sempre la variabilità delle condizioni climatiche, che influenzano direttamente adattabilità e ciclo di vita della pianta, nonché le attività connesse, come ad esempio la decortica” spiega Martinez, aggiungendo che “anche fattori antropici e biotici, intesi come la presenza di agenti patogeni e insetti defogliatori, sono dei veri e propri elementi di disturbo da monitorare con particolare attenzione“.

    Monitoraggio, pianificazione e interventi mirati sono, dunque, le parole d’ordine da tenere sempre a mente, per preservare e valorizzare una risorsa che in tal modo potrà essere trasmessa e garantita anche alle generazioni future.

    Lo sottolinea anche Andrea Martinez, che prosegue così sul tema: “Una corretta gestione deve partire da un attento monitoraggio, coadiuvato da una pianificazione a lungo termine degli interventi da eseguire in sughereta, quali pulizie, potature, realizzazione di fasce antincendio, sterzatura delle giovani piante e via dicendo, in modo da garantire un controllo costante e poter intervenire tempestivamente in caso di necessità“.

    A livello internazionale esistono già sistemi innovativi dal punto di vista della gestione ambientale, come la Certificazione FSC®, che è una certificazione valida su scala mondiale, indipendente e di parte terza, specifica per il settore forestale e i prodotti – legnosi e non legnosi – derivati dalle foreste.

    Sugherificio Molinas, affidandosi a un Ente di Certificazione accreditato, ha ottenuto la Certificazione Forest Stewardship Council® per la Catena di Custodia (COC) FSC® – C165612, che garantisce la tracciabilità totale e dettagliata di un prodotto forestale. Questo, però, è solo un piccolo passo. 

    La collaborazione è vista come il vero punto di svolta per una gestione sempre più responsabile e sostenibile del territorio e dei suoi ecosistemi.

    “È necessario creare un network di aziende certificate, coinvolgendo anche il settore pubblico, incentivando Comuni e Unioni dei Comuni alla certificazione delle proprie sugherete” sostiene Martinez, forte anche della recente partecipazione a un evento svoltosi nell’ambito di tre giornate di formazione continua promosse dalla ONG FSC® Italia in collaborazione con il Comune di Alà dei Sardi e diverse altre realtà del territorio sardo, come FoReSTAS, Agris Sardegna, ANARF – Associazione Nazionale per le Attività Regionali Forestali, Università di Sassari e D.R.E.Am. Italia.

    E anche se per il momento le azioni promosse dall’unione di più aziende non sono tempestive e frequenti quanto si potrebbe auspicare, Sugherificio Molinas continua a operare per portare avanti una battaglia che è molto più che mera formalità ed è una vera e propria filosofia di vita.

    “Oltre ai 169 ettari di foreste già certificate FSC® nei comuni di Calangianus e Tempio Pausania in Sardegna, stiamo sviluppando un progetto per raddoppiare la superficie di foreste certificate in Toscana, nella Provincia di Grosseto” racconta Andrea Martinez, specificando che “l’incremento delle sugherete di proprietà è fondamentale per avere ancor più una gestione controllata di tutta la filiera produttiva”.

    Il risultato? Una materia prima ultra controllata, ottenuta garantendo il rispetto dei tempi di rigenerazione della natura e la sua salvaguardia.

    Per approfondire l’impegno sostenibile di Sugherificio Molinas, visita www.molinas.it.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...