spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sugherificio Molinas si prepara alla decortica degli oltre 8.000 ettari di foreste di proprietà

    Gli scorzini (o, in dialetto, “bucadores”) sono operai specializzati, custodi di un’arte antica e di un animo resiliente

    Per Sugherificio Molinas, la prima azienda 100% italiana del comparto del sughero specializzata in tappi per l’enologia e materiali isolanti per la bioedilizia, il sughero non è soltanto materia prima ma è anche una moltitudine di ulteriori significati.

    È innanzi tutto ambiente, poiché ospita una variegata biodiversità e ha la capacità di assorbire grandi quantità di CO2; è paesaggio, capace di porre un freno all’avanzare della desertificazione; è un vivace sistema socio-economico, del quale il Sugherificio stesso fa parte in modo attivo. 

    Un materiale prezioso, dunque, da preservare anche per le generazioni future e da maneggiare con cura e rispetto durante ogni fase di lavorazione, in particolar modo durante la decortica. 

    Questo processo, che viene svolto nel periodo compreso fra maggio e agosto negli oltre 8.000 ettari di foreste di proprietà di Sugherificio Molinas situate in Sardegna e Toscana, serve per estrarre il sughero dalle piante.

    Gli scorzini (o, in dialetto, “bucadores”) sono operai specializzati, custodi di un’arte antica e di un animo resiliente, che con il solo aiuto di una scure raccolgono il sughero senza arrecare alcun danno alle piante. Al contrario, l’estrazione aiuta la quercia a respirare e la corteccia è in grado di rigenerarsi.

    “Il primo sughero che si raccoglie quando la pianta ha raggiunto i 25/30 anni di età è il sughero maschio, dal quale si ottengono pannelli isolanti per l’edilizia. Dopo questa estrazione, il sughero può essere estratto ogni 10 anni: è il sughero femmina, di maggiore qualità e prevalentemente usato per la produzione di tappi per vino” spiega Andrea Martinez, Dottore Agronomo di Sugherificio Molinas.

    La stagione della decortica è ormai alle porte, e segna l’avvio di un nuovo ciclo di produzione che vedrà numerose fasi di controllo e selezione della materia prima, per ottenere un prodotto finale di elevata qualità nel segno della migliore tradizione del Made in Italy.


    Per scoprire di più sulle foreste e sui prodotti di Sugherificio Molinas, visita il sito www.molinas.it.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...