spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 27 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Covid, l’annuncio di Eugenio Giani: “Tra settembre e ottobre necessaria la quarta dose”

    "La vaccinazione in Toscana ha dato ottimi risultati, sono evidenti. Richiamo necessario partendo dai più fragili per estenderla poi a tutta la popolazione"

    FIRENZE – “La vaccinazione in Toscana ha dato ottimi risultati, sono evidenti. I nuovi casi positivi sono in diminuzione. Il tasso di positività è, però, in crescita. Se la tendenza sarà questa, sono persuaso che tra settembre-ottobre sarà necessario il richiamo con una quarta dose, partendo dai più fragili per estenderla poi a tutta la popolazione”.

    Lo ha detto il presidente della Regione, Eugenio Giani, intervenuto stamani a Pisa a un’iniziativa promossa dall’Ateneo pisano, a cui ha preso parte anche il sottosegretario di Stato alla Salute Andrea Costa.

    “Ringrazio medici, infermieri, operatori sanitari e volontari che hanno contribuito a creare in Toscana una macchina organizzativa da quasi 9 milioni di dosi somministrate”, ha proseguito il presidente.

    Che nell’occasione ha incontrato gli studenti dei corsi di Laurea triennali e Magistrali dell’Area di Medicina e Farmacia, nell’ambito dell’evento dedicato a “L’esperienza Covid e le sfide del futuro: il ruolo dei giovani nel Servizio Sanitario Nazionale”.

    “Siamo pronti – ha concluso Giani – ad affrontare le nuove sfide che ci attendono. La pandemia è stata una grande lezione di consapevolezza e senso di responsabilità”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...