spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 11 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Dal 6 dicembre obbligo Green Pass sul trasporto pubblico. Autolinee Toscane: 80 verificatori in più

    L’assenza o il rifiuto a esibirlo non consente l’accesso ai mezzi e comporterà l’eventuale richiesta di intervento delle forze dell’ordine

    FIRENZE – Da lunedì 6 dicembre per utilizzare il trasporto pubblico locale in tutta la Toscana (come in tutta Italia) sarà necessario il Green Pass “semplice” (persone vaccinate, guarite, o con tamponi rapidi/molecolari).

    Lo stabilisce il nuovo decreto che prevede l’obbligo del certificato verde anche per i bus sia urbani che extraurbani.

    Secondo quanto previsto dalla recente normativa, che punta a ridurre la diffusione e il contagio da Covid-19, per utilizzare il servizio è necessario essere in possesso del green pass, documento ottenibile dopo il vaccino, con un tampone o a seguito di una guarigione da Covid.

    Le Prefetture di tutta la Regione hanno indicato che i controlli sul possesso del green pass saranno effettuati dalle forze dell’ordine a campione su tutta la rete regionale.

    Autolinee Toscane, come richiesto dalle Prefetture, per supportare il lavoro delle forze dell’ordine, metterà in campo numerosi nuovi controllori su tutta la Toscana (si parte da lunedì con 80) che, oltre a verificare il possesso del titolo di viaggio, chiederanno il possesso del green pass.

    L’assenza o il rifiuto a esibirlo non consente l’accesso ai mezzi e comporterà l’eventuale richiesta di intervento delle forze dell’ordine, le quali potranno applicare una sanzione amministrativa che va da 400 a mille euro.

    “Oltre a questo – dicono da Autolinee Toscane – continuano le attività per rendere sicuri i mezzi e il servizio, attualmente previsto con l’80% della capienza consentita”.

    “Tutti i bus della Toscana – ricordano – prima di entrare in servizio, vengono puliti ed igienizzati. In ogni mezzo sono presenti dispenser gel, avvisi, informazioni, grafiche con indicazioni sui corretti comportamenti da seguire”.

    “E ricordiamo – concludono – che è obbligatorio indossare a bordo la mascherina. Confidiamo nella piena collaborazione di tutti i passeggeri”.

    Collaboriamo convintamente con la prefettura, le forze dell’ordine e le altre istituzioni locali perché la nuova normativa sul Green pass sia rispettata anche sul trasporto pubblico locale” commenta l’Ad di Autolinee Toscane Jean-Luc Laugaa.

    “I nostri operatori e collaboratori – conferma – saranno presenti da lunedì per dare il loro contributo ai controlli, in collaborazione con le forze dell’ordine e in coordinamento con la prefettura”.

    “Ci auguriamo – conclude – che questa iniziativa aiuti a rafforzare l’argine contro il Covid, un impegno che deve coinvolgere tutti, istituzioni ed aziende come la nostra, ma anche i cittadini, con comportamenti corretti sui mezzi, a partire dalla mascherina indossata a bordo”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...